Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Concerto Primo maggio, Fedez: “Meno male che ho registrato, non c’è limite alla vergogna”

© Foto : CC BY 2.0 / Davide Di NinnoFedez in concerto a Riccione nel 2016
Fedez in concerto a Riccione nel 2016 - Sputnik Italia, 1920, 03.05.2021
Seguici su
Il rapper si difende dopo le accuse della Rai sulla presunta censura al discorso sul palco. Il cantante parla di situazione quasi surreale.
È “devastato” e vuole soltanto tornare dalla sua famiglia dopo il polverone alzato dalle sue dichiarazioni e dalla pubblicazione del video della telefonata con i dirigenti di Rai 3 in merito alla presunta censura sul discorso da fare sul palco del Concerto del Primo Maggio e sulle parole sul Ddl Zan. Fedez, però, a due giorni dall’avvenuto continua a difendere la sua posizione e della registrazione della telefonata con cui, dal suo punto di vista, dimostra la sua posizione.
“Non voglio sembrare uno che vuole sfruttare questa situazione per apparire. Quello che volevo dire l’ho detto. Se la Rai vuole fare chiarezza, bene. Altrimenti quello che è accaduto ieri è sotto gli occhi di tutti”, si legge su La Stampa.
“Ho dormito poco e niente, ma ho visto che c’è chi mi ha attaccato su tutto, sul discorso che ho fatto ma anche sulla macchina, sulla Lamborghini – aggiunge - Ecco una novità, vendo la Lamborghini, tanto non la uso più e butto lì una domanda: ma se compro una Panda sono più credibile e posso dire quello che penso?”.

La richiesta di non fare nomi di politici

Il rapper torna a spiegare quali sono state le richieste dei vertici Rai che lo hanno fatto infuriare nell’ambito del cosiddetto “sistema”, su cui adesso potrebbe aprirsi uno squarcio per la riforma del servizio pubblico.
“Non solo è vero che mi hanno chiesto di non fare i nomi dei politici leghisti, ma sono sicuro che sia successo anche ad altri”.
E Fedez lancia l’idea di “indagare dietro le quinte dei concertoni passati. In queste ore mi stanno scrivendo tanti colleghi anche molto famosi che mi dicono come situazioni simili siano capitate anche a loro”.
Inoltre, il cantante sottolinea che nel video che ha pubblicato la Rai, della stessa telefonata incriminata,  “si danno la zappa sui piedi da soli”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала