Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Primo Maggio, oltre 90.000 controlli e quasi 2.000 sanzioni per violazione delle norme anti Covid

© Foto : Polizia di StatoUn posto di blocco della polizia stradale
Un posto di blocco della polizia stradale - Sputnik Italia, 1920, 02.05.2021
Seguici su
Registrato un importante aumento dei casi di infrazione delle misure antiCovid in coincidenza con la giornata del primo maggio.
Le forze dell'ordine hanno hanno effettuato controlli su 93.096 persone nel corso della giornata del primo Maggio. A renderlo noto quest'oggi è il Ministero dell'Interno.
Tra queste sono 1.965 gli individui sanzionati, per un quasi raddoppio della cifra registrata nella giornata precedente. 177 invece i denunciati.
Stando ai dati del Viminale, le verifiche sulle infrazioni alle regolamentazioni anti-Covid hanno riguardato anche 12.960 esercizi commerciali.
In questo caso, le sanzioni hanno riguardato 90 titolari, mentre per 39 attività commerciali è stata disposta la chiusura.

Le nuove regole del Decreto riaperture

Il decreto Riaperture in vigore da lunedì 26 aprile ha ripristinato le zone gialle, con alcune regole per permettere la ripartenza di tutte le attività finora sottoposte a limitazioni per l'emergenza sanitaria. 
Tra le varie modifiche, è stato reso libero lo spostamento tra le Regioni gialle, anche attraversando territori rossi o arancioni, così come, fino al 15 giugno, ci si potrà recare in un’altra abitazione privata in quattro, anche con figli minori sopra i 14 anni.
I locali possono restare aperti a pranzo e a cena, salvo il coprifuoco delle 22 che resta in vigore. E' possibile consumare seduti all’aperto al tavolo al massimo in quattro, o più persone se conviventi. Per i bar è consentito il servizio ai tavoli all'aperto e anche al banco solo "in presenza di strutture che consentano la consumazione all'aperto".
Restano chiuse palestre e piscine, riprendono gli sport di squadra e di contatto all’aperto. Dal 15 maggio riprendono le attività in piscina all’aperto e dall’1 giugno anche le palestre. Riaprono invece al pubblico cinema, teatri, live club ma è obbligatorio avere posti preassegnati e la distanza di un metro tra un posto e l’altro. La capienza è al massimo del 50% o 500 spettatori al chiuso e 1.000 all’aperto.

Le ultime modifiche

Non ci saranno enormi cambiamenti nella nuova mappa dei colori delle regioni in vigore da domani lunedì 3 maggio. La maggior parte del territorio italiano resterà giallo mentre solo sei regioni saranno assegnate a fasce di rischio più alto. 
Migliora la situazione in Sardegna che lascia la zona rossa e passa ad arancione assieme a Sicilia, Puglia e Basilicata e Calabria. Retrocede la Val d'Aosta che da lunedì diventerà l'unica regione italiana in fascia rossa con regole rigide riguardo spostamenti e attività di bar, ristoranti ed esercizi commerciali. 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала