Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sanzioni ai funzionari UE, la Svezia convoca l'ambasciatore russo in segno di protesta

© Sputnik . Mikhail Voskresensky / Vai alla galleria fotograficaStoccolma, Svezia
Stoccolma, Svezia - Sputnik Italia, 1920, 01.05.2021
Seguici su
Stoccolma intende contestare la decisione della parte russa di adottare le misure di ritorsione che vietano l'ingresso in Russia di otto funzionari dell'UE, tra cui il capo di un laboratorio presso l'Istituto svedese di ricerca sulla difesa, Asa Scott.
In seguito all'introduzione da parte di Mosca di sanzioni nei confronti di otto funzionari europei, il ministero degli Esteri svedese sabato ha convocato l'ambasciatore russo, lo riferisce l'agenzia AFP, citando il portavoce del dicastero diplomatico del Paese.
Il portavoce del ministero degli Esteri svedese Mats Samuelsson ha affermato all'agenzia che l'ambasciatore è stato convocato "per esprimergli la nostra protesta riguardo alle misure russe".
Il ministero degli Esteri della Svezia ritiene che "a differenza delle sanzioni dell'UE, quelle russe sono arbitrarie, legalmente poco chiare e sono l'espressione di motivazioni politiche".
Вице-президент Джо Байден США Джо Байден шутит о ошибке Блюменталя, имея в виду частые искажения генерального прокурора Коннектикута о службе в Вьетнаме, обращаясь к ветеранам, 2010 год - Sputnik Italia, 1920, 27.04.2021
Amministrazione Biden discuterà con la Russia sulla risposta di Mosca alle sanzioni
Ieri Mosca aveva annunciato che otto cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea e rappresentanti dei suoi organi ufficiali non sono autorizzati ad entrare in Russia.
La lista resa nota venerdì comprende anche il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli. La parte russa ha osservato che tale misura è una risposta ad azioni nei confronti di sei cittadini russi, a cui è stato vietato di entrare nei paesi dell'Unione Europea.

La lista nera

  • David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo;
  • Ivars Abolins, presidente del Consiglio nazionale dei mass media elettronici della Lettonia;
  • Maris Baltins, direttore del Centro linguistico statale della Lettonia;
  • Jacques Maire, membro della delegazione francese all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa;
  • Jorg Raupach, capo dell'ufficio del procuratore di Berlino;
  • Asa Scott, capo del laboratorio di sicurezza chimica e nucleare dell'Istituto svedese di ricerca sulla difesa;
  • Ilmar Tomusk, capo del dipartimento linguistico dell'Estonia;
  • Vera Jourova, vicepresidente per valori e trasparenza alla Commissione Europea.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала