Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

De Luca polemico su 40% Recovery al Sud: “Siamo i primi a combattere l'inefficienza”

Vincenzo De Luca - Sputnik Italia, 1920, 30.04.2021
Seguici su
Vincenzo De Luca non ci sta a passare come amministratore inefficiente e lamentoso, ma nel suo monologo settimanale prosegue la polemica sul Recovery plan e la presunta poca attenzione nei confronti del Mezzogiorno.
Il 40% dei fondi del Piano nazionale di recupero e resilienza (Pnrr) destinati al Sud non convincono tutti al Meridione. Non ne è convinto neppure il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.
Ma De Luca si sofferma anche su un altro aspetto, quello dell’inefficienza del Mezzogiorno nell’uso e nello spreco degli investimenti, o nel mancato loro utilizzo.
“La Campania è una Regione attestata sulla linea del rigore, non della lamentela. Noi siamo perché si guardi al Sud con il massimo del rigore e della serietà”, afferma De Luca durante la consueta diretta Facebook.
“Siamo i primi a combattere l'inefficienza, la clientela e la cialtroneria che pure esiste in tante realtà del Sud, ma non accettiamo un'analisi del Sud ridotta solo a queste valutazioni, che sono sbagliate”, prosegue.
De Luca non nasconde che al Sud oggi ci sono “amministrazioni pubbliche che accumulano miliardi di euro di debiti, e il governo nazionale non dice una parola per motivi di opportunismo”, però ci sono “anche classi dirigenti dinamiche pronte ad affrontare la sfida dell'efficienza”.
E mette la Campania in cima: “La Campania ha raggiunto tutti gli obiettivi di spesa dei fondi europei, strutturali, sociali, fondo agricolo e della pesca, in alcuni casi abbiamo superato gli obiettivi. Lo dico perché ogni tanto emergono tabelle o arretrate di anni o false”, afferma De Luca.

Le parole di Draghi

Il 27 aprile durante il suo discorso al Senato il premier Draghi ha detto che non “c’è alcuna discriminazione colpevole” del Mezzogiorno d’Italia. Ci può essere stata “qualche mancanza” a cui bisognerà rimediare.
Ed ha aggiunto: “La seconda lezione è che le risorse saranno sempre poche se uno non le usa”.
“Per usarle certamente le riforme aiuteranno ma c'è una storica inerzia che non è colpevole ma si vede soprattutto nella fase di progettazione. Il governo ha previsto nel pnrr gruppi di lavoro che possono essere di aiuto in questa fase se graditi”, ha concluso Draghi.
Già quel giorno De Luca si è espresso deluso delle parole di Draghi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала