Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Piano Recovery, Brunetta: "Dà speranza, la credibilità di Draghi è un asset"

© AP Photo / Pier Paolo CitoMinistro per la pubblica amministrazione nel governo Draghi, Renato Brunetta
Ministro per la pubblica amministrazione nel governo Draghi, Renato Brunetta - Sputnik Italia, 1920, 28.04.2021
Seguici su
Il ministro Brunettasi è espresso sul piano d'azione previsto dal Recovery Plan europeo, nello scopo della ripresa dell'Italia dopo la pandemia da coronavirus, elogiando il ruolo di Mario Draghi.
In un'intervista con il Corriere della Sera, il ministro della pubblica amministrazione Renato Brunetta ha affrontato diversi temi, parlando più in dettaglio della situazione del Recovery Plan europeo e di cosa esso significhi per l'Italia nello specifico.
Parlando delle future riforme, da tempo del 'pensatoio' del governo, brunetto ha affermato che in questa occasione riusciranno con successo, proprio per la pandemia.
"La pandemia ha messo a nudo i mali del nostro Paese: i dualismi, gli egoismi, le miopie, la frattura fra garantiti e non", ha sostenuto, citando il ruolo fondamentale della cancelliera tedesca Angela Merkel di provvedere all'istituzione di un debito collettivo per aiutare l'intera UE nella ripresa dalla crisi causata dalla pandemia.
"Da lì è nato Next Generation EU e ora siamo in una straordinaria congiuntura astrale che dà speranza: ci sono i vaccini, un governo di unità nazionale con Mario Draghi, e un piano italiano di Recovery di portata storica di cui ancora non ci stiamo accorgendo", ha aggiunto.
Daniele Franco, ministro dell'Economia - Sputnik Italia, 1920, 28.04.2021
Ministro Franco sul Recovery: avremo crescita robusta solo eliminando i divari
Sul Recovery Plan, definito dal ministro come un "contratto" in quanto vincolante anche per il prossimo governo visto la sua durata di 6 anni ("e i governi sono tenuti a rispettare i contratti", ha affermato), Brunetta ha sottolineato il ruolo dell'attuale presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi, a suo parere di grande rilevanza per garantire credibilità all'Italia, visto il debito da 210 miliardi in soli 13 mesi che non metterebbe in buona luce il paese di fronte al resto del blocco.
"La credibilità di Draghi è un asset. E il valore è che l’Italia di Draghi può fare deficit e debito senza pagarne le conseguenze nel giudizio dei mercati. Chiunque lo voglia far cadere deve sapere che non potrà fare né deficit né debito, perché non ne ha la credibilità. [...] Invece di avere un Paese potenzialmente leader in Europa, avrebbe un Paese fallito", ha ribadito il ministro.