Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Norvegia ritrova relitto della NordNorge, la nave ‘Cavallo di Troia’ dei nazisti affondata nel 1940

CC0 / / Nave passeggeri DS Nordnorge
Nave passeggeri DS Nordnorge - Sputnik Italia, 1920, 28.04.2021
Seguici su
Il relitto della nave passeggeri DS NordNorge, sequestrata dai nazisti nel 1940 e utilizzata per portare truppe oltre le linee di difesa alleate sotto falsa bandiera, per poi essere affondata in battaglia, è stato ritrovato dopo 81 anni a 280 metri di profondità a largo della città di Hemnesberget.
Durante l’invasione della Norvegia il piroscafo DS NordNorge, in servizio passeggeri per la rotta Hurtigruten, venne sequestrato dai nazisti (7 maggio 1940) con l’intento di servire ad un espediente tattico per tentare di spezzare la linea di difesa alleata a Nord.
Nella tarda serata del 9 maggio la nave salpò verso nord da Nyhavna sotto bandiera norvegese, trasportando una forza di 300 uomini composta da una compagnia di truppe Gebirgsjäger per lo più austriache (fanteria leggera da montagna), rinforzata con un plotone di mortai pesanti e due cannoni da montagna.
Solo prima dello sbarco a Hemnesberget venne issata la bandiera nazista e la nave venne intercettata dalla marina alleata, per altro già allarmata e insospettita. La Marina britannica il 10 maggio affondò la nave ma solo dopo che le truppe nemiche erano riuscite a sbarcare.
Da allora curiosi, sommozzatori amatoriali, come ricercatori professionisti, avevano cercato il relitto, senza tuttavia successo, pur essendo noto che si sarebbe dovuto trovare non lontano dal molo.
Finalmente la società di immersioni Seløy Undervannsservice, in collaborazione con subacquei locali, ha annunciato all'emittente nazionale NRK di essere riuscita nell’impresa.
Il relitto era sì a soli 200 metri dalla banchina ma giaceva alla ragguardevole profondità di 280 metri, il che avrebbe reso un’impresa ardua la sua individuazione senza gli speciali moderni droni subacquei in dotazione.
Solo grazie alle moderne tecnologie, il relitto è stato non solo individuato ma anche ripreso.
"Dirottare una Hurtigruten e usarla in questo modo come hanno fatto qui i tedeschi è un fenomeno unico, non conosco altri esempi", ha detto a NRK il giornalista, scrittore e studioso della seconda guerra mondiale, Alf Jacobsen.
“Se ne parla da 80 anni. Finalmente abbiamo visto la nave. È un'esperienza fantastica ", ha detto alla stessa emittente Torbjørn Skjæran dell'associazione di storia locale. “È stato forte. Sono rimasto con le lacrime agli occhi. Era fantastico vedere la timoneria e tutto ciò che è rimasto ancora intatto. Anche se molto è andato distrutto".
Ina Therese Trælnes della compagnia subacquea locale Visit Plura non è meno entusiasta.
È stato epico. Immagini fantastiche. Sono molto colpita, e questo è molto importante per la storia norvegese", ha detto.
La società Undervannsservice ha promesso che a breve le immagini riprese dal drone verranno rilasciate e rese pubbliche.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала