Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Fontana ringrazia generale dei carabinieri Spina per arresto brigatisti

© Foto : Evgeny UtkinPresidente della Lombardia Attilio Fontana
Presidente della Lombardia Attilio Fontana - Sputnik Italia, 1920, 28.04.2021
Seguici su
Attilio Fontana ringrazia per la cattura dei terroristi italiani avvenuta in Francia, un tributo alle famiglie delle vittime e di quanti hanno subito torti ingiusti tra gli anni 1970 e 1980.
Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha ringraziato il generale dei carabinieri Giuseppe Spina, a capo del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia (Scip), per la cattura di 7 brigatisti in Francia sui 10 per i quali è scattato questa mattina il mandato di cattura.
“Un sentito ringraziamento a tutti coloro che, a ogni livello, hanno contribuito all’arresto di sette terroristi, assicurandoli alla giustizia italiana”, ha detto Fontana in un comunicato.
“Auspicando una rapida estradizione dei brigatisti, il nostro pensiero va sempre ai familiari delle vittime di azioni terroristiche tanto gravi, quanto vili. Il loro ricordo resterà sempre nella nostra mente” ha aggiunto il presidente della Regione Lombardia.
Gli arresti eccellenti sono avvenuti questa mattina a Parigi, e sono stati autorizzati dal presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, in persona.
Nei giorni scorsi era intercorsa una telefonata Macron-Draghi che aveva sbloccato la situazione.

Il ringraziamento di Draghi

Questa mattina il presidente del Consiglio Mario Draghi, a nome di tutto il governo, aveva espresso la sua soddisfazione per la decisione della Francia in una nota pubblicata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri
“Il governo esprime soddisfazione per la decisione della Francia di avviare le procedure giudiziarie, richieste da parte italiana, nei confronti dei responsabili di gravissimi crimini di terrorismo, che hanno lasciato una ferita ancora aperta. La memoria di quegli atti barbarici è viva nella coscienza degli italiani. A nome mio e del governo, rinnovo la partecipazione al dolore dei familiari nel ricordo commosso del sacrificio delle vittime”.
Tra gli arrestati ci sono appartenenti alle ex brigate rosse e a lotta continua, che hanno partecipato ad efferati omicidi e sequestri di persona occorsi tra gli anni 1970 e 1980.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала