Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Alitalia, ulteriore rinvio degli stipendi. Fassina a Sputnik: "Non abbiamo più tempo"

© Foto : Fornita dal sindacato CubTensioni con la polizia durante la manifestazione dei lavoratori Alitalia a Roma
Tensioni con la polizia durante la manifestazione dei lavoratori Alitalia a Roma - Sputnik Italia, 1920, 28.04.2021
Seguici su
Nuove proteste dei lavoratori di Alitalia e Air Italy per un'ulteriore proroga ai pagamenti degli stipendi, in sospeso da ormai due mesi, nel mezzo anche del braccio di ferro con Bruxelles per gli aiuti Covid.
Scesi ancora una volta in piazza i lavoratori di Alitalia ed Air Italy per protestare contro l'ennesimo rinvio del pagamento degli stipendi, attesi già da due mesi.
In precedenza, si era annunciato lo sblocco della seconda metà degli stipendi per l'8 aprile, ma a causa del mancato arrivo degli indennizzi per l'emergenza Covid, la data è slittata ulteriormente, nonostante si preveda tuttora il lancio del nuovo marchio Alitalia, la compagnia 'mini' ITA, a luglio per cercare di risollevare la stagione estiva.
La notizia arriva anche nel mezzo dei negoziati con Bruxelles per evitare che gli 1,3 miliardi di sussidi forniti a ITA debbano essere restituiti nel caso la Newco ITA non riesca a creare discontinuità tra le due compagnie aeree. Le proteste volgono anche ad accentuare come il piano UE sia per lo più volto a favorire compagnie aeree straniere quali la Lufthansa e la Air France, che hanno ricevuto maggiori fondi per affrontare la crisi rispetto alla compagnia di bandiera.
Stefano Fassina, membro della Camera dei deputati (LeU), in una dichiarazione a Sputnik si è pronunciato a sostegno dei lavoratori: "Non abbiamo più tempo. Non possiamo lasciare Alitalia senza le condizioni minimali per vendere i biglietti per la stagione estiva, mentre va avanti l'assurdo e vessatorio negoziato con la Commissione europea, [...] che si riflette anche sui fornitori e soffoca l'attività già piagata dal Covid".
Fassina ha esortato ad affittare gli asset di Alitalia, di aviation, handling e manutenzione, sottolineando che sia una "condizione necessaria per far partire ITA il 1 luglio".
"Il governo deve dare indicazioni chiare agli amministratori di ITA. Tale soluzione, ovviamente transitoria, consente di portare avanti il braccio di ferro con Bruxelles senza l'acqua alla gola e respingere richieste impossibili", ha aggiunto Fassina.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала