Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Report segreto sulle riaperture, ecco cosa svelano i calcoli del Cts sulle riaperture

© REUTERS / Guglielmo MangiapaneЛюди делают селфи у Колизея в день его открытия
Люди делают селфи у Колизея в день его открытия - Sputnik Italia, 1920, 27.04.2021
Seguici su
Rivelati i calcoli di una simulazione della pandemia in Italia, che il governo italiano non aveva reso noto. Ecco i due scenari del contagio ipotizzati con due diverse date di riapertura: 26 aprile e 12 maggio.
Sin dall’inizio della pandemia l’Istituto Superiore di Sanità (Iss), il Comitato tecnico-scientifico e il governo si sono affidati ai calcoli statistici, di tipo matematico-epidemiologico, della Fondazione Bruno Kessler; elaborazione di modelli che, riporta il Corriere della Sera, ci hanno sempre “azzeccato”.
Ora il quotidiano italiano afferma di aver potuto leggere la proiezione fatta dalla Fondazione prima che il governo decidesse cosa riaprire e in che modo, con l’ultimo decreto legge.
Un documento che è riservato e che non è mai stato reso pubblico.
Persone indossano mascherina in Italia  - Sputnik Italia, 1920, 24.04.2021
Locatelli (Cts): "Coprifuoco ancora strategico, l’obiettivo è riaprire per non chiudere più"
Va precisato che si tratta di un documento che contiene solo calcoli e che fa solo proiezioni, non un documento che indica anche cosa riaprire e cosa non riaprire. Si tratta di una elaborazione statistica, ma è quella che l’esecutivo poi utilizza per le sue decisioni politiche sul contenimento della pandemia.
Il report ha effettuato varie proiezioni considerando due scenari di riaperture e tenendo in considerazione vari livelli di contagiosità (il famoso Rt) del coronavirus e sue varianti.
Le simulazioni si basano in particolare su due diverse programmazioni della ripartenza. La prima al 26 aprile, com’è stato poi scelto dal decisore politico, e l’altra con una ripartenza a partire dal 12 maggio.
Ed ecco i risultati dei due scenari simulati, avendo come riferimento di partenza dell’Rt un coefficiente a 0,81 (periodo 31 marzo-13 aprile).

Scenario 1: riaperture dal 26 aprile

  • Se l’Rt dovesse risalire a 1, di qui al 15 luglio avremo una media giornaliera costante tra i 200/300 morti.
  • In caso di aumento dell’Rt a 1,1, la media giornaliera dei morti si manterrà costante sui 300 al giorno fino a giugno, per poi aumentare a 600 al giorno verso la metà di luglio.
  • Nello scenario peggiore di Rt a 1,25, i morti salirebbero all’impressionante cifra di 1200/1300 morti al giorno. Questo è uno scenario considerato del “liberi tutti” di fare quel che gli pare, riporta il Corriere della Sera.

Scenario 2: riaperture dal 12 maggio

  • Questo secondo scenario, secondo le proiezioni della Fondazione Bruno Kessler, avrebbe potuto ridurre la mortalità a 100 decessi al giorno e cioè della metà di quella del primo scenario con Rt 1 costante.
  • In caso di Rt 1,1, i morti sarebbero stati 200 al giorno.
  • Un Rt a 1,25 avrebbe portato a diverse centinaia di morti, ma non a migliaia al giorno.

Perché queste differenze

Viene spiegato dal Corriere della Sera, che questa differenza tra i due scenari è dovuta all’incidenza del contagio ogni 100 mila abitanti.
Il direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute Giovanni Rezza - Sputnik Italia, 1920, 18.04.2021
Covid-19, Rezza (Cts): "Riaprire è un rischio, ma pronti ad intervenire"
Tutto parte dal rilevamento aggiornato al 18 aprile, secondo il quale i casi in media sono 157 ogni 100 mila abitanti in Italia. Ma per avere una epidemia sotto controllo servono 50 casi ogni 100 mila abitanti: contact tracing funzionante.
Con una riapertura ritardata di un paio di settimane, al 12 maggio, avremmo potuto abbattere ulteriormente questa incidenza.
Quindi nello scenario attuale, quello della ripartenza dal 26 di aprile, l’eredità è di 157 casi ogni 100 mila abitanti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала