Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Francia, per Marine Le Pen ci saranno gravi problemi di ordine pubblico se Macron sarà rieletto

© Sputnik . Evgeny UtkinMarine Le Pen
Marine Le Pen - Sputnik Italia, 1920, 27.04.2021
Seguici su
La dichiarazione giunge sulla scia di una lettera aperta firmata da 1200 ex e attuali membri delle forze armate francesi, che avverte Parigi della presunta incombente "disintegrazione" del Paese e dell'inizio della "guerra civile" qualora non si faccia niente per fronteggiare "l'islamismo e le orde [di immigrati] nelle periferie".
Il leader del Rassemblement National, Marine Le Pen, ha criticato l'attuale governo per quanto poco ha ottenuto sulle questioni della sicurezza e dell'immigrazione.
La Le Pen ha avvertito che, se il presidente Emmanuel Macron verrà rieletto per un nuovo mandato, la Francia potrebbe affrontare sfide ancora più grandi per la sua sicurezza.
"Penso che la presidenza di Emmanuel Macron sarà sicuramente ricordata per l'insicurezza e il caos terroristico. Si può immaginare che, nel caso in cui ce ne sarà una seconda, questa porterebbe all'esplosione dell'ordine pubblico del nostro Paese", ha detto la Le Pen.
La Le Pen - principale avversario di Macron alle ultime elezioni - ha suggerito che i cittadini francesi prima d'ora "non avevano mai affrontato un pericolo così grande". Così ha commentato i recenti eventi nel comune di Rambouillet, dove il 23 aprile un clandestino tunisino ha attaccato e ucciso un funzionario della polizia locale mentre - secondo quanto riferito - gridava "Allah Akbar". Si dice che l'aggressore fosse arrivato in Francia 10 anni fa e che da allora abbia vissuto illegalmente nel Paese.
La Le Pen ha sottolineato che il tunisino è solo uno degli altri 900 mila presunti stranieri illegali in Francia.
Polizia francese - Sputnik Italia, 1920, 27.04.2021
"Paese in pericolo": lettera di generali francesi al presidente Macron
L'incidente di Rambouillet è solo uno dei tanti attacchi perpetrati da migranti in in Francia negli ultimi anni, che hanno provocando la morte di circa 250 persone. L'ultimo grave incidente si è verificato nell'ottobre 2020, quando un giovanissimo rifugiato musulmano di etnia cecena ha decapitato l'insegnante Samuel Paty, ucciso perché aveva mostrato in classe, durante una lezione sulla censura, delle vignette di 'Charlie Hebdo' raffiguranti Maometto, la cui rappresentazione è vietata dall'Islam.

I militari francesi avvertono della "guerra civile" che si prepara nel Paese

Il presidente del Rassemblement National ha commentato anche la recente pubblicazione di una lettera aperta firmata da oltre 1200 militari francesi, attuali ed ex, che ha già diviso l'establishment e ha suscitato appelli contro i firmatari.
Nella lettera, sostenuta tra gli altri da una ventina di generali in pensione, gli autori chiedono alle autorità francesi di applicare rigorosamente le leggi del Paese e di agire per difendere la Francia dall'"islamizzazione" e dalle "orde di periferia", ed evitare "guerra civile". Le "periferie", a cui si riferisce la lettera, sono le note banlieues - complessi residenziali di massa, che di solito ospitano residenti con difficoltà economiche, spesso immigrati.
La Le Pen supporta gli autori della lettera, sostenendo  semplicemente che "chiedono [al governo] di applicare la legge" e ammonendo di non dare al documento "un significato che non ha". La politica ha anche invitato i generali firmatari a unirsi a lei "nella [sua] lotta per la Francia".
Gli autori della lettera aperta hanno anche avvertito dell'"intervento dei nostri compagni attivi" se Parigi non dovesse agire in merito al tema della sicurezza. Il ministro della Difesa francese Florence Parly ha criticato il documento e minacciato di sanzionare eventuali militari in carriera che avessero firmato la lettera, oltre ad accusare i generali che l'hanno appoggiata di invocare "una rivolta".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала