Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rabbino di Gerusalemme accusato di essere missionario cristiano sotto copertura

© AFP 2021 / Stefan RousseauEbrei ortodossi
Ebrei ortodossi - Sputnik Italia, 1920, 27.04.2021
Seguici su
Il rabbino è accusato di aver finto l'appartenenza a una fede differente e di essere entrato a Gerusalemme con documenti falsi, oltre ad aver tentato di convertire gli ebrei della sua comunità.
Secondo quanto riportato dal quotidiano The Guardian, un rabbino di Gerusalemme di una comunità ultra-ortodossa è stato accusato di aver finto la propria fede religiosa per nascondere la propria identità di missionario cristiano americano.
© REUTERS / Baz RatnerEbrei ultraortodossi
Ebrei ultraortodossi - Sputnik Italia, 1920, 18.05.2021
Ebrei ultraortodossi
Beyneynu, un'organizzazione che monitora l'attività missionaria in Israele, ha detto che l'uomo indossava abiti tradizionali ultra-ortodossi e ha persino eseguito cerimonie matrimoniali per le coppie ebraiche per nascondere "l'amara verità" di aver segretamente cercato di convertire gli ebrei.
Shannon Nussan, ricercatrice del Beyneynu, ha rivelato ai media locali che nel 2014 l'uomo è stato richiamato dalla sua organizzazione ma "è scomparso" per poi ricomparire con la famiglia in un quartiere diverso, dove si è assimilato e ha cominciato una nuova vita, ma una "piena di bugie".
La moglie dell'uomo, ha detto Nussan, ha promosso l'ebraismo sui social media "incorporando contenuti dal cristianesimo". È morta l'anno scorso ed è stata sepolta a Gerusalemme con una cerimonia funebre ebraica, ha detto Nussan.
Behadrei Haredim, un sito ultra-ortodosso che per primo ha riportato la notizia, ha detto che l'incidente "è esploso" una settimana fa dopo che la figlia 13enne dell'uomo ha detto a un compagno di classe che Gesù "accetta tutti, anche se si sbagliano".
Ha citato un residente dicendo che il quartiere era "in grande shock".
Campo di concentramento Auschwitz  - Sputnik Italia, 1920, 16.09.2020
Sondaggio: l'11% degli americani giovani crede che gli ebrei abbiano causato l'Olocausto
Molti in Israele vedono la conversione degli ebrei come una minaccia per la loro popolazione globale relativamente piccola e il loro status demografico maggioritario all'interno del paese. Sebbene le leggi del paese non vietino il proselitismo, è vietato predicare a una persona di età inferiore ai 18 anni senza il consenso di un genitore o offrire doni materiali in cambio della conversione.
L'uomo ha negato fermamente tutte le accuse all'emittente locale Channel 13. "E 'una bugia. Sono nato ebreo", ha detto.
Behadrei Haredim ha affermato che la famiglia è emigrata in Israele dal New Jersey, Stati Uniti, usando documenti falsi, fingendo di essere il discendente dei sopravvissuti all'Olocausto. Secondo la legge israeliana, tutti gli ebrei, indipendentemente da dove sono nati, possono diventare cittadini.
Il sito di notizie ha detto che le prove contro l'uomo e la sua famiglia sarebbero state consegnate al ministero dell'Interno "dal momento che la famiglia è emigrata in Israele in modo fraudolento".
Il Beyneynu ha detto che non ci sono prove che la famiglia abbia in effetti delle radici ebraiche.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала