Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Draghi presenta il Pnrr, il quadro dell’Italia del futuro che piace ai partiti

© Alberto de LeonardisComunicazioni del Presidente del Consiglio Mario Draghi
Comunicazioni del Presidente del Consiglio Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 26.04.2021
Seguici su
Le reazioni sono per la maggior parte positive: si punta sul Sud, sulla digitalizzazione e sulla transizione ecologica.
Il premier Mario Draghi ha concluso le comunicazioni alla Camera per presentare il Piano nazionale di ripresa e resilienza e le reazioni dei principali esponenti della politica e del governo non si sono fatte attendere.
Il programma per il Recovery ha convinto praticamente tutti, anche se dai banchi della Lega e di Fratelli d’Italia, solo quest’ultimo partito è fuori dalla maggioranza di governo, non sono ancora arrivati commenti ufficiali.
“Rilanciare il Sud e unire tutta l’Italia”, ha scritto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio su Twitter puntando su “transizione ecologica, digitalizzazione e giovani” e facendo appello all’unità, come detto da Draghi a Montecitorio.
​Positivo anche il commento del segretario del Pd Enrico Letta che twitta: "Verde, sociale, inclusiva, competitiva, solidale. Questa l'Italia che potremo avere se diventerà realtà il piano Pnrr”.
​La viceministra Teresa Bellanova ha sottolineato dal canto suo che il Pnrr deve essere considerato non un approdo ma “l'avvio di una svolta radicale e sfidante, che chiama alla prova di sé l'intero Paese e soprattutto il Mezzogiorno” grazie alla “quota rilevantissima di risorse” che viene messa disposizione.  
Bellanova ha anche difeso la scelta di far cadere il governo Conte perché adesso l’Italia con Draghi può “scommettere su sé stesso e presentarsi con le carte più che in regola in Europa anche sul versante delle riforme necessarie all'attuazione del Piano".
Per Forza Italia il discorso di Draghi ha “umanizzato” il Pnrr ed è stato “pragmatico”, ha detto la presidente dei senatori FI Anna Maria Bernini.
“Il nuovo Recovery Plan contiene tutte le riforme proposte da Forza Italia, dal fisco alla burocrazia, dalla pubblica amministrazione alla giustizia, e siamo orgogliosi di aver anche vinto la battaglia sulla proroga al 2023 del superbonus 110%”.
Il coordinatore nazionale di FI, Antonio Tajani, ha aggiunto su Twitter che il discorso del premier “conferma il cambio di passo rispetto al governo giallorosso”.
​Per Leu “il Pnrr è una grande occasione che non ci possiamo permettere di sbagliare o peggio di sprecare”, ha detto il capogruppo a Montecitorio Federico Fornaro parlando di “occasione straordinaria per rendere l'Italia più eguale, più digitale e più green”.
Anche un’altra esponente di Italia Viva si è espressa a favore del Pnrr e del discorso del premier. Anna Maria Boschi ha scritto “grazie a Draghi abbiamo un piano credibile in EU. È un passo in avanti importante per la ripartenza".
Apprezzamento anche dai sindacati. Luigi Sbarra, segretario generale Cisl ha dichiarato: "Valuteremo il testo con molta attenzione. È un impianto generale che condividiamo” ma “chiediamo che si apra un tavolo di confronto strutturato e permanente con il governo sui contenuti”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала