Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, blitz dei Nas nei supermercati: tracce del virus sui Pos

© Sputnik . Evgeny UtkinBanco di frutta e verdura in un supermercato
Banco di frutta e verdura in un supermercato - Sputnik Italia, 1920, 26.04.2021
Seguici su
Nella campagna di verifiche su tutto il territorio nazionale sono state riscontrate irregolarità nel 18% delle attività controllate. Disposte 12 chiusure.
Tracce nel virus rinvenute su manici di carrelli, tasti delle bilance, vetri dei banconi e perfino sui pos alla casse. E' quanto emerge da un blitz dei Nas nei supermercati di tutta Italia, nell'ambito di una campagna volta a verificare la corretta esecuzione delle procedure di sanificazione anti-Covid.
Tramite gli esami effettuati con i tamponi di superficie, sono state riscontrate irregolarità nel 18% degli esercizi ispezionati.
Le persone in una piazza a Milano  - Sputnik Italia, 1920, 25.04.2021
Covid Italia, Gelmini: "Dati contagi migliorano, se trend continua a maggio cambio al coprifuoco"
Complessivamente sono stati sottoposti a verifiche 981 supermercati, individuati su tutto il territorio nazionale fra quelli di maggiore afflusso, rilevando irregolarità presso 173 di essi. Sono stati deferiti alle autorità giudiziarie 9 responsabili degli esercizi commerciali e altri 177 hanno ricevuto sanzioni amministrative per un valore totale di 202 mila euro. Inoltre sono state disposte 12 chiusure
Le irregolarità contestate sono in totale 226. Di queste sono 39 quelle inerenti alla violazione del protocollo anti-contagio, relativamente a: 
  • sanificazione e pulizia di locali e attrezzature ad uso comune; 
  • numero massimo di presenze all'interno dei locali; 
  • omesse informazioni agli utenti sulle norme di comportamento anti-contagio; 
  • distanza interpersonale durante gli acquisti e alle casse. 
Infine è stata accertata l'assenza o il malfunzionamento dei dispenser per la disinfezione delle mani. 
L'utilizzo dei tamponi di superficie ha consentito di riscontrare tracce del materiale genetico del virus in 18 casi riconducibili a carrelli e cestini, tastiere di bilance, bancomat e Pos. La verifica è stata effettuata su 1.060 campioni di superfici ritenute a maggiore contatto. 
I supermercati presso i quali sono state rinvenute le tracce del virus Sars-Cov-2 sono stati individuati nelle città di Roma, Latina, Frosinone, Grosseto, Terni, Salerno e Catania nonché in altri esercizi nelle province di Parma, Perugia e Cagliari.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала