Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Carfagna: “Con 200 miliardi al Sud, riusciremo a riunificare il Paese”

© Sputnik . Clara StatelloSicilia, scatti dalla quarantena
Sicilia, scatti dalla quarantena - Sputnik Italia, 1920, 26.04.2021
Seguici su
La ministra fa appello alla coesione per sfruttare l’occasione unica per il rilancio del Mezzogiorno. E su Salvini invita a pensare all’interesse comune e non ai punti nei sondaggi.
Il Piano nazionale di ripresa e resilienza e gli altri fondi europei fino al 2027 metteranno a disposizione del Sud 200 miliardi di euro, un intervento “epocale” che potrà garantire un rilancio del Mezzogiorno e porrà “le basi della riunificazione socio-economica del Paese”.
Così si è espressa su Repubblica Mara Carfagna, ministra per il Sud e la coesione territoriale parlando dei progetti previsti nel Pnrr e dalla strategia del governo Draghi.
“L’intervento che metteremo in campo con il Pnrr è più potente di quello realizzato dalla Cassa del Mezzogiorno”, ha detto parlando dei 150 miliardi in 10 anni dell’epoca e degli 82 miliardi in cinque anni messi a disposizione dal Recovery.
Golfo di Napoli e Vesuvio  - Sputnik Italia, 1920, 05.04.2021
Il Sud fermo, suo peso sul Pil nazionale fermo al 1995
“Se verranno usati secondo i progetti e i tempi previsti per la prima volta si avvierà la convergenza tra il Sud e il Nord del Paese perché il Pil del Sud crescerà nei prossimi 5 anni del 24% contro una media nazionale del 16”, ha spiegato.
Oltre agli 82 miliardi del Pnrr il Mezzogiorno potrà usufruire anche di “altri 8,4 dal React-Eu, 54 di fondi strutturali 2021-2027, più 58 del Fondo per lo sviluppo”, ha aggiunto Carfagna.
“Il dramma Covid può farci abbattere il muro invisibile che divide le due Italie”.

Spendere e spendere bene

Il timore della ministra è stato da subito, come ha spiegato lei stessa a Repubblica, l’incapacità degli enti locali di spendere i fondi europei.
“È la mia prima preoccupazione. Non a caso, ancor prima che il Pnrr fosse ultimato, ho avviato il concorso lampo bandito grazie alla procedura attivata dal ministro Brunetta per assumere 2.800 figure specialistiche a supporto delle amministrazioni del Sud”.
Una decisione che porterà alla creazione di task force che affiancheranno ingegneri, progettisti, analisti e amministrazioni locali “affinché i fondi strutturali siano spesi al meglio”.
Mara Carfagna, Ministra per il Sud e la coesione territoriale - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2021
Carfagna sul Sud Italia: "Metà fondi UE per strade e porti"
Le fratture nel governo
Sul fronte della politica interna Carfagna ha lanciato un appello a guardare all’interesse nazionale prima ancora che al tornaconto politico.
“Siamo tutti davanti a un bivio: o contribuiamo a consolidare in Europa l’idea di una Italia stabile e autorevole, oppure rischiamo di perdere il treno epocale del Recovery”, ha detto, facendo riferimento alle polemiche legate allo scontro con la Lega di Salvini sulle riaperture e il coprifuoco.
“Non si può mettere a repentaglio il nostro futuro per un paio di punti in più nei sondaggi o qualche migliaio di like in più sui social”, ha concluso senza mezzi termini.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала