Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Osservatorio Immagino, il carrello del Made in Italy vale oltre 8 miliardi di euro

CC0 / Pixabay / La dieta mediterranea
La dieta mediterranea - Sputnik Italia, 1920, 25.04.2021
Seguici su
Il cibo italiano piace e il suo commercio è in continua crescita. Questi i risultati dell'Osservatorio Immagino di GS1 Italy attraverso il monitoraggio sull'andamento prodotti alimentari confezionati che presentano in etichetta un richiamo all'italianità o alla regionalità.
Secondo quanto mostrato nell'ottava edizione dell’Osservatorio Immagino di GS1 Italy, che ha monitorato l’andamento dei prodotti alimentari confezionati nei supermercati e ipermercati, con nell'etichetta un richiamo all’italianità e/o alla regionalità, l'italian food piace e le vendite sono in continua crescita.
Complessivamente sono oltre 21 mila prodotti, che hanno superato gli 8,1 miliardi di euro di vendite (+6,3% rispetto al 2019) e che rappresentano il 25,6% di tutta l’offerta food di super e ipermercati.
Tra i claim delle categorie alimentari osservati da OI di GS1 Italy, tutti hanno registrato vendite in aumento, in particolare:
  • i prodotti Dop (+12,3%) 
  • i "100% italiano" (+9,4%).

Non solo italianità, ma anche regionalità

Mentre un prodotto alimentare su quattro presenta sull'etichetta il riferimento all'italianità, uno su dieci sottolinea in modo particolare l'origine regionale. Oltre 8.600 sono i prodotti di provenienza regionale, con vendite per 2,4 miliardi di euro (+5%).
Tra le regioni italiane i cui prodotti sono finiti nei carrelli dei cittadini nazionali, il Trentino-Alto Adige si trova al primo posto, seguito da Sicilia, Piemonte ed Emilia-Romagna.
Tra le altre regioni spiccano inoltre nella classifica i prodotti di Molise (+28,7%), Liguria (+15,6%) e Calabria (+13,1%).
Nei giorni scorsi il ministro dell'Agricoltura Stefano Patuanelli è tornato a scagliarsi contro l'etichetta a semaforo che penalizza le eccellenze del Made in Italy affermando che la tutela del Made in Italy passa per la battaglia che si sta combattendo in Europa sul Nutriscore.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала