Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

25 aprile, Draghi: "Il dovere della memoria riguarda tutti, no a revisionismi"

© Filippo AttiliIl premier Mario Draghi
Il premier Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 25.04.2021
Seguici su
Durante la sua visita al museo della Liberazione il premier ha ricordato il sacrificio dì una parte degli italiani nella Resistenza e il dovere della memoria contro i "revisionismi riduttivi e fuorvianti"
Il premier Mario Draghi nel 76° anniversario della Liberazione ha omaggiato gli italiani che si sono uniti alla Resistenza e ha sottolineato l'importanza della memoria come un dovere di tutti contro l'emergere di revisionismi. 
"Il dovere della memoria riguarda tutti. Nessuno escluso. Assistiamo oggi, spesso sgomenti, ai segni evidenti di una progressiva perdita della memoria collettiva dei fatti della Resistenza, sui valori della quale si fondono la Repubblica e la nostra Costituzione. E a troppi revisionismi riduttivi e fuorvianti", ha detto.
Il premier ha poi ricordato che la lotta per la Liberazione riguarda solo una parte degli italiani e stigmatizza l'indifferenza di "chi non sceglie".
"Nell'onorare la memoria di chi lottò per la libertà, dobbiamo anche ricordare che non fummo tutti, noi italiani, brava gente", ha detto il premier durante la visita al Museo della Liberazione di via Tasso. "Non scegliere - ha sottolineato il premier - è immorale, significa far morire un'altra volta chi mostrò coraggio davanti agli occupanti e sacrificò se stesso per consentirci di vivere in un paese democratico".

La memoria per ricostruire il presente

La memoria, inoltre, è necessaria per la riconciliazione attraverso la ricostruzione sui valori condivisi, prosegue il premier
"E' nella ricostruzione del presente, in cui il ricordo serve a dirci quello che non vogliamo ripetere, che avviene la riconciliazione. E' la ricostruzione basata sulla fratellanza, l'amore, la giustizia, che porta alla riconciliazione", afferma Draghi.
L'ex carcere di via Tasso di Roma, oggi divenuto il museo storico della Liberazione, "è un luogo simbolo del periodo più nero vissuto dalla nostra capitale ma è anche simbolo della rinascita dell'Italia intera", ha aggiunto Draghi.
Пилотажная группа итальянских ВВС Frecce Tricolori над памятником Неизвестному солдату в Риме - Sputnik Italia, 1920, 25.04.2021
25 aprile, Frecce tricolori sull'Altare della Patria per la Festa della Liberazione - Video e Foto
 

"Il linguaggio d'odio è una mala pianta"

"Il linguaggio d'odio, che sfocia spesso nel razzismo e nell'antisemitismo, contiene sempre i germi di potenziali azioni violente. Non va tollerato. È una mala pianta che genera consenso per chi calpesta libertà e diritti - quasi fosse un vendicatore di torti subiti - ma diffonde soprattutto il veleno dell'indifferenza e dell'apatia. La senatrice Segre ha voluto che la scritta "Indifferenza" fosse messa all'ingresso del memoriale della Shoah di Milano per ricordarci che, insieme ai partigiani e combattenti per la libertà, vi furono molti che si voltarono dall'altra parte in cui - come dice lei - è più facile far finta di niente, ha detto il premier.

Commemorazione del 25 aprile 

​l presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato domenica mattina all'altare della Patria per la commemorazione del 76° anniversario della Liberazione dell'Italia, liberata dall'occupazione nazifascista il 25 aprile 1945. Dopo l'esecuzione solenne dell'inno d'Italia, il capo dello Stato ha deposto una corona di fiori ai piedi del monumento dedicato al milite ignoto per ricordare i caduti della Resistenza. 
Presenti alla cerimonia il premier Mario Draghi, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, il presidente della Camera Roberto Fico e il presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati. Per il secondo anno consecutivo le celebrazioni della Festa della Liberazione si sono tenute sotto i protocolli anti-contagio dovuti all'emergenza da pandemia di Covid-19. 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала