Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

25 aprile , Mattarella depone una corona all'altare della Patria

© Foto : Ufficio Stampa QuirinaleIl Presidente Sergio Mattarella in occasione della deposizione di una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto, nella ricorrenza della Liberazione
Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della deposizione di una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto, nella ricorrenza della Liberazione - Sputnik Italia, 1920, 25.04.2021
Seguici su
Il presidente della Repubblica ha deposto una corona di fiori al monumento del milite ignoto, alla presenza del premier Mario Draghi.
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato all'altare della Patria per la commemorazione del 76° anniversario della Liberazione dell'Italia, liberata dall'occupazione nazifascista il 25 aprile 1945. Durante la cerimonia il capo dello Stato ha deposto una corona di fiori ai piedi del monumento dedicato al milite ignoto per ricordare i caduti della Resistenza. 
​Presente alle celebrazioni della Festa della Liberazione il presidente del Consiglio Mario Draghi che più tardi sarà ospite in collegamento internet con Casa Cervi, la Casa memoria dei sette fratelli Cervi, eroi della lotta partigiana antifascista e uno dei più alti simboli della Festa della Liberazione. Oltre al premier hanno assistito alla cerimonia le più alte cariche dello Stato, il presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, e il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini. 
L'omaggio di Mattarella è stato reso dopo l'esecuzione solenne dell'Inno Nazionale. Per il secondo anno consecutivo la celebrazione è stata tenuta nel rispetto delle misure anti-contagio per l'emergenza pandemica da Covid-19.
Al termine della cerimonia, il Capo dello Stato si è recato al Parco 17 aprile 1944 dove ha deposto una corona d’alloro sul monumento che ricorda le vittime del rastrellamento del Quadraro. Il 17 aprile 2004, il Municipio X di Roma, nel cui territorio ricade il Quadraro, è stato insignito della Medaglia d'Oro al Valor Civile.
"Centro dei più attivi e organizzati dell'antifascismo, il quartiere Quadraro fu teatro del più feroce rastrellamento da parte delle truppe naziste. L'operazione, scattata all'alba del 17 aprile 1944 e diretta personalmente dal maggiore Kappler, si concluse con la deportazione in Germania di circa un migliaio di uomini, tra i 18 e i 60 anni, costretti a lavorare nelle fabbriche in condizioni disumane. Molti di essi vennero uccisi nei campi di sterminio, altri, fuggiti per unirsi alle formazioni partigiane, caddero in combattimento. Fulgida testimonianza di resistenza all'oppressore ed ammirevole esempio di coraggio, di solidarietà e di amor patrio". 

Mattarella: "Ora più che mai è necessario rimanere uniti"

"Rinascita, unità, coesione, riconciliazione nella nuova Costituzione repubblicana, furono i sentimenti che guidarono la ricostruzione nel dopoguerra e che ci guidano oggi verso il superamento della crisi determinata dalla pandemia che, oltre a colpirci con la perdita di tanti affetti, mette a dura prova la vita economica e sociale del Paese", ha detto il presidente Mattarella in un messaggio inviato ieri alle Associazioni Combattenti, di Arma e Partigiane, in occasione del 76° anniversario della Liberazione.
"Ora più che mai è necessario rimanere uniti - prosegue il Capo dello Stato - in uno sforzo congiunto che ci permetta di rendere sempre più forti e riaffermare i valori e gli ideali che sono alla base del nostro vivere civile, quel filo conduttore che, dal Risorgimento alla Resistenza, ha portato alla rinascita dell’Italia".

Fico: "Orgogliosi di festeggiare il 25 aprile"

"Orgogliosi di festeggiare il #25aprile, di celebrare i valori della nostra democrazia", ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, in un messaggio pubblicato su Twitter. "Abbiamo bisogno della forza ideale e civile che animò la #Resistenza per affrontare nuove sfide, respingendo gli estremismi e contrastando le ingiustizie", si legge nel tweet. 

​Guerini: "Rivivere il passato per comprendere il presente"

"Riviviamo il passato per comprendere il presente e progettare un futuro migliore, affinché questo anniversario di Liberazione possa diventare per tutti una rinnovata assunzione di responsabilità verso noi stessi e verso gli altri. Solo insieme, soltanto restando uniti, saremo in grado di affrontare e vincere qualsiasi difficolta'". Questo il messaggio del ministro della Difesa Lorenzo Guerini.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала