Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministro Esteri Libia a Roma: "iniziate trattative su ritiro truppe turche"

© AP Photo / Ghaith AlsayedMilitari turchi in Siria
Militari turchi in Siria - Sputnik Italia, 1920, 23.04.2021
Seguici su
La Libia ha avviato colloqui con la Turchia riguardo il ritiro delle forze armate di quest'ultima dal territorio libico. Lo ha dichiarato oggi il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale della Libia Najla el Mangoush all'incontro con i deputati del parlamento italiano a Roma. Lo riferisce il canale televisivo Al Arabiya.
Najla el Mangoush si trova a Roma come responsabile della diplomazia libica del nuovo governo nell'ambito della sua prima visita in Europa. Nella giornata di ieri la diplomatica ha avuto un incontro con il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio.
La funzionaria libica ha incontrato anche il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ed il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti.
In un incontro con i parlamentari italiani a Montecitorio di oggi el Mangoush ha annunciato che la Libia ha avviato i colloqui sul ritiro delle truppe turche con Ankara.
"Abbiamo avviato il dialogo con la Turchia e siamo determinati al ritiro delle loro truppe dal paese. La sicurezza del nostro paese dipende dal ritiro delle forze straniere e noi ci impegniamo a porre fine alle interferenze straniere in Libia e ad assicurare il ritiro di tutti i mercenari stranieri", ha detto el Mangoush in un'audizione alla commissione Affari esteri della Camera dei deputati.
La titolare della diplomazia libica ha aggiunto che la Libia è disposta a collaborare con tutti i paesi per risolvere la questione.

La situazione in Libia

La Libia è stata divisa tra due governi opposti sin dal rovesciamento e dall'assassinio del leader Muammar Gheddafi nel 2011. Le amministrazioni note come Governo di Accordo Nazionale (GNA) e l’Esercito Nazionale Libico (LNA) controllano rispettivamente l'ovest e l’est del Paese.
Lorenzo Guerini, ministro della difesa - Sputnik Italia, 1920, 15.04.2021
Guerini: continueremo a collaborare con il governo afgano, ora priorità a Libia e Sahel
A marzo il capo del Consiglio presidenziale e del GNA Fayez al-Sarraj ha trasferito ufficialmente il potere al nuovo governo di transizione del Paese. Il nuovo Consiglio presidenziale e il primo ministro del Paese sono stati eletti a febbraio al Forum di dialogo politico per la Libia tenutosi a Ginevra sotto l'egida dell'Organizzazione delle Nazioni Unite. L'esecutivo dovrà amministrare il Paese fino alle elezioni generali previste per il 24 dicembre.
Uno degli obiettivi del nuovo governo è porre fine al doppio potere in Libia, dove per anni sono proseguiti gli scontri armati tra le forze del GNA di Fayez al-Sarraj e l'Esercito Nazionale Libico di Khalifa Haftar.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала