Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'intelligenza artificiale svela un antico mistero sui Rotoli del Mar Morto

Bibbia - Sputnik Italia, 1920, 23.04.2021
Seguici su
L'intelligenza artificiale applicata allo studio dei testi antichi, quelli scritti a mano, è capace di rilevare se esso è stato scritto da una o più persone.
Grazie all’uso dell’intelligenza artificiale, i ricercatori sarebbero riusciti a individuare che i misteriosi antichi Rotoli del Mar Morto sono stati scritti dalle mani di due scribi.
I test sono stati condotti sul testo più lungo, noto come il Grande Rotolo di Isaia.
La scoperta rivelerebbe che due persone sconosciute, avevano copiato le parole usando una grafia quasi identica.
I rotoli della Bibbia sono stati scoperti circa 70 anni fa e il mistero li avvolge da allora, quando un beduino trovò i primi rotoli in una grotta a Qumran, località non molto distante dal Mar Morto, e in quella che ora è la Cisgiordania occupata da Israele.
I manoscritti sono stati realizzati per lo più scritti in ebraico, aramaico e greco, e si ritiene che risalgano al III secolo a.C..
Il Rotolo di Isaia è quello più interessante tra i 950 testi scoperti negli anni Quaranta e Cinquanta dello scorso secolo. È unico tra i rotoli, in quanto le sue 54 colonne sono divise a metà e scritte in uno stile quasi uniforme.
I ricercatori dell'Università di Groningen nei Paesi Bassi hanno applicato al rotolo di Isaia modelli di riconoscimento all'avanguardia che fanno uso dell’intelligenza artificiale. Hanno analizzato un'unica lettera ebraica, aleph, che nel rotolo appare più di 5.000 volte.
Dopo tale analisi, gli studiosi Mladen Popovic, Maruf Dhali e Lambert Schomaker, che hanno pubblicato la ricerca, hanno affermato di essere "riusciti a estrarre le antiche tracce di inchiostro così come appaiono sulle immagini digitali", riporta la Bbc.
"Le antiche tracce di inchiostro si riferiscono direttamente al movimento muscolare di una persona e sono specifiche della persona", hanno detto i ricercatori, ecco perché la loro tecnica avrebbe contribuito a produrre prove sul fatto che più di uno scriba era coinvolto nella stesura del testo.
In pratica gli scienziati credono che sul Rotolo di Isaia vi abbiano lavorato in due, che però si sono sforzati di “mantenere lo stesso stile di scrittura”, ma l’intelligenza artificiale oggi è riuscita a rivelare la loro individualità.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала