Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid Italia, indice Rt ancora in discesa: 0,81

© Foto : Evgeny UtkinLa situazione a Milano durante la pandemia del coronavirus, Italia
La situazione a Milano durante la pandemia del coronavirus, Italia - Sputnik Italia, 1920, 23.04.2021
Seguici su
Il nuovo calo potrebbe coincidere con il passaggio di almeno di metà del territorio nazionale italiano alla zona gialla a partire dal 26 aprile.
La Cabina di regione dell'Istituto superiore di sanità e del Ministero della Salute ha reso noto che nella settimana appena trascorsa si è registrato un ulteriore calo dell'indice Rt rispetto a quello fatto segnare la scorsa settimana.
Secondo le ultime rilevazioni, la media nazionale si attesta ora dunque a 0,81, in discesa rispetto allo 0,85 di sette giorni fa.
In attesa di comunicazioni ufficiali, prende dunque quota l'ipotesi circa il fatto che almeno metà del territorio nazionale possa passare in zona gialla partire dal 26 aprile.
Al momento le Regioni più quotate, in virtù di una flessione sotto lo 0,80, risultano essere Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto, oltre alle province di Trento e Bolzano.
Il premier Draghi in conferenza stampa - Sputnik Italia, 1920, 22.04.2021
La Lega non vota il nuovo decreto, Draghi: "Precedente grave che fatico a comprendere"

Il nuovo decreto Covid

Nella serata di mercoledì è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il nuovo decreto anti-Covid, che sarà valido dal 26 aprile al 31 luglio.
La nuova legge prevede il ripristino delle zone gialle e l'arrivo del green pass per gli spostamenti tra le Regioni. In zona gialla e arancione vengono permesse visite ad amici o parenti in una abitazione privata per un massimo di quattro persone.
Resta tuttavia il coprifuoco dalle 22 alle 5, anche nelle Regioni a più basso rischio.
Sempre in zona gialla, nelle Regioni che vi rientrano riapriranno i ristoranti a pranzo e cena ma solo all'aperto. Riaprono anche cinema, teatri, sale concerto, live club - con capienza al 50% (e comunque non oltre i 500 ingressi al chiuso e i 1000 all'aperto), posti a sedere preassegnati a distanza di un metro l’uno dall’altro. 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала