Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Praga potrebbe espellere circa 60 diplomatici russi - ministro Esteri ceco

© Fotolia / kaprikfotoPraga
Praga - Sputnik Italia, 1920, 22.04.2021
Seguici su
L'inasprimento delle relazioni diplomatiche tra i due paesi ha portato alla reciproca espulsione di personale diplomatico dalle ambasciate, in seguito alle dichiarazioni della Repubblica Ceca del coinvolgimento di servizi speciali russi in un'esplosione avvenuta nel 2014.
La Repubblica Ceca potrebbe espellere "circa 60 dipendenti" dell'ambasciata russa se la Russia non deciderà di far tornare a Mosca i diplomatici cechi dichiarati personae non gratae entro mezzogiorno (13:00 ora di Mosca, 12:00, ora italiana), ha detto il ministro degli Esteri Jakub Kulhanek a Lidove noviny.
Alla domanda su quanti dipendenti dell'ambasciata russa avrebbero dovuto lasciare Praga per livellare i numeri con l'ambasciata ceca a Mosca, Kulhanek ha risposto:
"Si parla di circa 60 perone. Il nostro obiettivo è pareggiare lo stato (numerico) della nostra ambasciata a Mosca", ha detto il ministro degli Esteri ceco.
Il Primo ministro ceco Andrej Babis ha dichiarato il 17 aprile che le autorità del paese sospettano che i servizi speciali russi possano essere coinvolti nell'esplosione in un deposito di munizioni a Vrbetice nel 2014. Il Cremlino ha definito queste accuse oltraggiose e infondate. Il ministero degli Esteri russo ha definito la situazione delle indagini sulle esplosioni nella Repubblica Ceca una "parata confusionale".
18 dipendenti dell'ambasciata russa sono stati espulsi dal paese.
La vista del ministero degli Esteri russo, Mosca. - Sputnik Italia, 1920, 20.04.2021
Mosca redarguisce la Repubblica Ceca dalla distruzione dei rapporti bilaterali
Come misura di ritorsione, la Russia ha dichiarato 20 dipendenti dell'ambasciata ceca personae non gratae, che hanno già lasciato il paese. Parlando dell'espulsione di più diplomatici dalla Russia di quanto Praga abbia annunciato alla parte russa, l'ex Primo ministro ed ex ministro degli Esteri della Repubblica ceca, Jan Gamachek, ha osservato che il lavoro dell'ambasciata ceca a Mosca è praticamente paralizzato. Il ministero degli Esteri russo ha detto che Praga ha pagato un prezzo "colossale" per le sue azioni contro Mosca, ma essa stessa ha colpito il proprio servizio diplomatico.
La Repubblica Ceca non ha alcuna volontà di risolvere la situazione nel nuovo scandalo diplomatico, secondo la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.
"Non c'è compito di normalizzare il lavoro e renderlo normale, adeguato. C'è invece il compito di organizzare una performance del genere", ha detto Zakharova.
Il sentimento anti-russo nella Repubblica Ceca si è intensificato sullo sfondo delle accuse delle autorità dei servizi speciali russi alla fine della scorsa settimana di coinvolgimento nell'esplosione nel deposito di munizioni a Vrbetica nel 2014 e della successiva decisione di espellere 18 diplomatici russi dal Paese.
Inoltre, i membri del governo ceco hanno deciso all'unanimità di escludere l'azienda russa Rosatom dall'elenco dei candidati alla partecipazione alla gara per la costruzione della nuova centrale elettrica nella centrale nucleare di Dukanov nel sud-est del paese. Rosatom ha definito la decisione di Praga non di mercato e politicamente motivata.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала