Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Voto di sfiducia su ministro Speranza il 28 aprile al Senato

© AFP 2021 / Filippo MonteforteRoberto Speranza, ministro della Salute
Roberto Speranza, ministro della Salute - Sputnik Italia, 1920, 21.04.2021
Seguici su
Sfiducia al ministro della Salute Roberto Speranza calendarizzata per il 28 aprile, ma un sondaggio dice cosa ne pensano gli italiani sull'operato del ministro.
Le opposizioni fuori dalla maggioranza multipartitica si accaniscono sulla sfiducia al ministro della Salute Roberto Speranza. Appena ieri la componente del Senato Alternativa C’è, composto da fuoriusciti dal Movimento 5 Stelle, aveva presentato la sua mozione di sfiducia al ministro.
Al Senato della Repubblica il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico d’Incà, ha avuto un bel da fare per tenere a bada Fratelli d’Italia che tutta la mattinata non ha fatto altro che scalpitare per calendarizzare quanto prima la mozione di sfiducia.
Così il ministro d’Incà, al termine di una riunione con i capigruppo di maggioranza al Senato, ha trovato come soluzione il giorno mercoledì 28 aprile prossimo.
A quanto pare anche in maggioranza si voleva calendarizzare questa nuova mozione di sfiducia al più presto, ma non è chiaro il perché. La Lega, secondo le affermazioni dei giorni scorsi di vari esponenti, tra cui Matteo Salvini, non sembrano protendere per il voto a favore della mozione, poiché sono in maggioranza e un loro voto a favore aprirebbe una nuova e forse definitiva crisi di governo.

Sondaggio su Roberto Speranza di Nando Pagnoncelli

Ieri sera, intanto, a ‘DiMartedì’ su La7, Nando Pagnoncelli ha presentato i dati di un sondaggio sulla gestione della pandemia da parte del ministro Roberto Speranza.
Il sondaggio nello specifico domandava se il ministro Speranza ha saputo gestire con la linea adeguata questo momento. Il 62% ha risposto positivamente e cioè che il ministro ha operato bene, mentre un 29% ha affermato che Speranza ha una linea troppo rigida, mentre un 9% non ha una opinione precisa sull’argomento.
Per quanto riguarda invece la gestione della campagna vaccinale da parte del governo Draghi, secondo il sondaggio si tratta di una gestione negativa per il 44% degli intervistati, mentre il 39% afferma che è una gestione positiva e non sa o non indica il 17%.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала