Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Superlega abbandonata, AC Milan e Juve fanno un passo indietro

Bambino che gioca a calcio
Bambino che gioca a calcio - Sputnik Italia, 1920, 21.04.2021
Seguici su
L'AC Milan scrive ai suoi tifosi ed annuncia un mezzo passo indietro, dicono di aver ascoltato i tifosi, ma di voler trovare altre soluzioni al problema economico nell'interesse di tutto il calcio.
Pur ribadendo la volontà di trovare e definire “un nuovo modello sostenibile per il mondo del calcio”, l’AC Milan in un comunicato stampa spiega di avere a cuore le opinioni dei tifosi e di aver aderito all’iniziativa della Superlega con intenzioni genuine.
“Abbiamo accettato l'invito a partecipare al progetto di Super League con la genuina intenzione di creare la migliore possibile competizione Europea per i fan di tutto il mondo, per tutelare gli interessi del Club e della nostra tifoseria”.
Si apprende dal comunicato che non nasconde il momento delicato che il calcio attraversa in particolare per la situazione economica dei club calcistici.
“Il cambiamento non è facile, ma l'evoluzione è necessaria per progredire, e anche la struttura del calcio Europeo si è evoluta e modificata negli anni”.
“Ma la voce e le preoccupazioni dei tifosi in tutto il mondo rispetto al progetto di Super League sono state forti e chiare, e il nostro Club deve rimanere sensibile e attento all'opinione di chi ama questo meraviglioso sport”, per questo motivo anche l’AC Milan si è defilato da quello che era stato definito addirittura “patto di sangue”.
Al momento tuttavia, a sanguinare è il titolo azionario della Juventus Football Club, che alla Borsa di Milano perde il -13,52%.
Intanto anche la Juventus stessa ha comunicato che si ritirerà dal progetto della Superlega.
“Con riferimento al comunicato stampa diramato da Juventus Football Club S.p.A. in data 19 aprile 2021, relativo al progetto di creazione della Super League, e al successivo dibattito pubblico, l’Emittente precisa di essere al corrente della richiesta e delle intenzioni altrimenti manifestate di alcuni club di recedere da tale progetto, sebbene le necessarie procedure previste dall’accordo tra i club non siano state completate. In tale contesto, Juventus, pur rimanendo convinta della fondatezza dei presupposti sportivi, commerciali e legali del progetto, ritiene che esso presenti allo stato attuale ridotte possibilità di essere portato a compimento nella forma in cui è stato inizialmente concepito. Juventus rimane impegnata nella ricerca di costruzione di valore a lungo termine per la Società e per l’intero movimento calcistico”, si legge nel comunicato ufficiale.
In precedenza anche l'Inter si è ritirato dall’iniziativa.
“FC Internazionale Milano conferma che il Club non fa più parte del progetto Super League”, si legge sul proprio sito dell'Inter.

La bandiera bianca di Agnelli

Andrea Agnelli è stato forse il più strenuo difensore di questo “patto di sangue”, e uno degli ultimi a gettare la spugna. Tanto che ancora questa mattina, in una intervista concessa al quotidiano La Repubblica, si diceva sicuro al 100% che la Super League alla fine si sarebbe materializzata.

Qual è il problema dei grandi club?

Il problema è tutto economico, e come spiegato a Tg2 Post di martedì sera su Rai 2, l’iniziativa voleva così garantirsi nuove linee di credito da grandi gruppi bancari che avrebbero fornito fondi in anticipo.
Fondi che, dopo la pandemia, risultano essere assai vitali per molti club i cui bilanci di esercizio sono in rosso.

Cosa avrebbe voluto dire costituire la Superlega?

Sempre a Tg2 Post, è stato spiegato che la costituzione della Superlega è equiparabile a un gruppo di banche che, fuoriuscendo dall’attuale sistema, si costituiscono come realtà bancaria autonoma anche rispetto alle banche centrali.
Ecco il motivo per cui non poteva essere consentito ai 12 club di proseguire sulla strada separatista. L’azione del premier Boris Johnson contro le squadre inglesi, è stata la più dura di tutte ed ha contribuito in modo decisivo alla capitolazione di tutte le altre aderenti all’iniziativa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала