Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ricercatori del Texas scoprono ceppo di coronavirus resistente agli anticorpi

© Depositphotos / RalwelMolecola di coronavirus
Molecola di coronavirus - Sputnik Italia, 1920, 21.04.2021
Seguici su
Un nuovo ceppo potenzialmente resistente alle cure giunge dagli USA mentre le potenze mondiali hanno investito decine di miliardi per trovare cure e vaccini al Sars-CoV-2.
I ricercatori del Global Health Research Complex della Texas A&M University hanno scoperto un nuovo ceppo di SARS-CoV-2 (il virus che causa la malattia COVID-19) che dicono sia resistente agli anticorpi neutralizzanti.
La nuova variante del virus, che ha causato la morte di oltre 3 milioni di persone in tutto il mondo e che ha messo in lockdown un intero pianeta, è stata classificata come "BV-1" e prende il nome da Brazos Valley, l'area delle sette contee del Texas dove è stato scoperto. Si dice che la nuova variante sia correlata alla variante britannica del virus, che ora è anche il ceppo dominante negli Stati Uniti.
"Al momento non conosciamo molto di questa variante, ma ha una combinazione di mutazioni simili ad altre varianti presenti a livello internazionale", ha detto il capo virologo del GHRC, Ben Neuman, in un comunicato stampa diffuso dall'università.
"Questa variante combina marcatori genetici separatamente associati a rapida diffusione, malattia grave e alta resistenza agli anticorpi neutralizzanti", ha aggiunto.
Lo scienziato ha riferito che BV-1 è stato finora trovato in un solo individuo e ha detto anche che i ricercatori non hanno coltivato o testato il virus "in alcun modo", e la scoperta è "basata esclusivamente sull'analisi della sequenza genetica eseguita in laboratorio".
La persona infetta è uno studente dell'università. Dopo il campione risultato positivo il 5 marzo, lo studente ha fornito un secondo campione il 25 marzo, ancora una volta positivo, che i ricercatori hanno preso come prova che la variante causa un'infezione più duratura rispetto ad altri ceppi, per gli adulti di età compresa tra 18 e 24 anni. Un terzo campione del 9 aprile è risultato negativo. Lo studente avrebbe mostrato lievi sintomi simili al raffreddore a inizio marzo, ma i sintomi non sono progrediti mai oltre.
A seguito della scoperta del nuovo ceppo, una delle dozzine di varianti della malattia rilevate fino ad oggi, Neuman ha sottolineato l’importanza della "continua necessità di una rigorosa sorveglianza e test genomici, anche tra i giovani adulti senza sintomi o solo con sintomi lievi".
Un medico italiano nell'ospedale da campo di Bergamo, 2020 - Sputnik Italia, 1920, 04.04.2021
Covid, in Giappone arriva la super variante che resiste al vaccino
Lo scorso anno il Texas A&M è diventato il centro di un piccolo scandalo a seguito della scoperta che i ricercatori avevano ricevuto decine di milioni di dollari in finanziamenti dal governo cinese. Nel corso dell'anno, le autorità federali hanno invitato il Sistema dell'Università del Texas, concorrente di A&M, a fornire documenti sulla sua collaborazione con il Wuhan Institute of Virology, il laboratorio cinese che alcuni funzionari statunitensi, incluso l'allora presidente Donald Trump, hanno accusato di aver scatenato il coronavirus nel mondo.
Successive indagini dei giornalisti hanno scoperto che scienziati e istituzioni cinesi, americani, canadesi e australiani hanno collaborato pesantemente a esperimenti sul coronavirus di pipistrello potenzialmente pericoloso presso il laboratorio di Wuhan. Si dice che il solo National Institutes of Public Health degli Stati Uniti avrebbe contribuito con circa 3,7 milioni di dollari in sovvenzioni. Queste rivelazioni hanno spinto sia gli Stati Uniti che la Cina a ridurre le accuse l'una contro l'altra riguardo alle origini del nuovo coronavirus.
Le recriminazioni reciproche sono riemerse il mese scorso, tuttavia, con gli Stati Uniti e i loro alleati che accusavano la Cina di aver inquinato una recente indagine a Wuhan da parte di una squadra di accertamento dell'Organizzazione mondiale della sanità, che non ha puntato il dito contro Pechino per aver causato l'epidemia. I ricercatori dell'OMS hanno respinto queste affermazioni e hanno esortato i critici a "LEGGERE il rapporto" che verte su quattro possibili cause della pandemia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала