Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Danimarca cerca di scambiare con altri Paesi le sue dosi di AstraZeneca con Pfizer e Moderna

© AP Photo / Thomas CoexIl vaccino AstraZeneca
Il vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 21.04.2021
Seguici su
In precedenza la Danimarca è diventata il primo Paese europeo a ritirare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca dalla sua campagna nazionale di immunizzazione contro il coronavirus a seguito degli effetti collaterali rari ma gravi registrati, come la coagulazione anomala del sangue ed emorragia interna con livello basso di piastrine.
La Danimarca conduce attualmente trattative con diversi altri Paesi per scambiare i suoi vaccini di AstraZeneca accantonati con quelli di Pfizer e Moderna, ha confermato il ministro della Salute danese Magnus Heunicke.
"Qui abbiamo ancora bisogno di vaccini sicuri e approvati. Si tratta di quelli di Pfizer e Moderna in questo momento", ha detto Heunicke, citato dal quotidiano Kristeligt Dagblad. "Se riusciamo a concordare un'intesa di scambio con altri Paesi in base a cui inviamo i vaccini AstraZeneca e otteniamo alcuni dei loro vaccini Pfizer, sarebbe naturalmente interessante", ha aggiunto.
Heunicke non ha fatto i nomi dei Paesi con cui la Danimarca sta trattando, sottolineando che parlare di successo nelle trattative è ancora presto. Tuttavia ha sottolineato che la proposta danese non è stata lasciata senza interesse.
"Ci sono molti Paesi intorno a noi che hanno un'epidemia a un livello completamente diverso rispetto alla Danimarca", ha detto.
Allo stesso tempo Heunicke ha sottolineato come la Danimarca non abbia tempo da perdere. "Prima potremo vaccinare la popolazione, più velocemente riusciremo a far uscire la Danimarca dalla pandemia", ha detto.
La scorsa settimana la Danimarca ha ritirato il vaccino AstraZeneca COVID-19 dal suo programma nazionale di immunizzazione dal coronavirus, diventando il primo Paese europeo a farlo a seguito degli effetti collaterali rari ma gravi registrati, come la coagulazione anomala del sangue ed emorragia interna con livello basso di piastrine.
La rinuncia ad AstraZeneca ha lasciato in sospeso circa 150mila persone che hanno ricevuto questo vaccino come prima dose, tra cui molti operatori del settore sanitario. L'authority sanitaria danese ha confermato che alle persone che hanno ricevuto la prima dose del vaccino di AstraZeneca verrà offerta una seconda dose di un altro produttore a distanza di dodici settimane dalla prima somministrazione del siero anti-Covid.
La decisione di mescolare i vaccini ha innescato reazioni polarizzate e contrastanti tra i medici. Mentre la professoressa di progettazione di vaccini Camilla Foged dell'Università di Copenaghen ha sottolineato che non c'erano dati a supporto dell'efficacia della miscelazione dei vaccini, Eskild Petersen, professore di medicina infettiva all'Università di Aarhus, ha affermato di essere tranquillo per questa scelta, nonostante manchino i dati, poiché la miscelazione dei vaccini è "generalmente possibile".
Il direttore dell'Autorità sanitaria danese Søren Brostrøm ha respinto i suggerimenti secondo cui la Danimarca stava "sperimentando" la miscelazione dei vaccini, sottolineando che si tratta di una pratica medica comune.
Ad oggi in Danimarca ci sono stati oltre 244mila casi di Covid-19 con quasi 2.500 decessi. Finora è riuscita a vaccinare l'8,7% della sua popolazione utilizzando vari vaccini.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала