Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trump molto serio su nuova candidatura nel 2024 se il GOP non avrà "persone giuste"

© AP Photo / Evan VucciDonald Trump
Donald Trump - Sputnik Italia, 1920, 20.04.2021
Seguici su
Donald Trump ha ammiccato a una possibile seconda corsa per la presidenza, dicendo alla nuora Lara Trump in un'intervista a "The Right View" che i suoi sostenitori "abbiano speranza" che si ricandiderà di nuovo nel 2024.
L'ex POTUS Donald Trump ha riconosciuto di essere "incredibilmente serio" nel considerare una ricandidatura alla presidenza.
Mentre Trump è stato pressato dal conduttore Sean Hannity, in un'intervista esclusiva di un'ora a Fox News, sulla possibilità di concorrere per l'incarico al termine del primo mandato del presidente Joe Biden, Trump ha reagito dicendo:
"Prima di tutto, è tra molto tempo. Senta, ho numeri enormi [...], c'è più popolarità [per me] ora di quanto non ci fosse il giorno prima delle elezioni, perché vedono quanto la faccenda al confine sia messa male. Vedono quello che sta succedendo, vedono che le loro armi se ne andranno, che le loro tasse stanno salendo. I regolamenti stanno lievitando. Le perdite di posti di lavoro continueranno a salire".
Ribadendo che stava considerando la prospettiva "molto seriamente", ha aggiunto: "Dal punto di vista giuridico, non voglio ancora parlarne. È un po' troppo presto".
Il 45o presidente ha sottolineato che la sua decisione dipenderà anche dall'ottenere "le persone giuste" a Capitol Hill.
"È molto importante ottenere le persone giuste. Questo significa sia al Senato, che alla Camera", ha detto Trump, dichiarando di essere "all in" per fare campagna elettorale a nome dei candidati repubblicani alle elezioni di metà mandato del prossimo anno.
"Se hanno bisogno di un rally, faremo un rally, faremo chiamate, faremo ogni sorta di cose. Quasi tutti quelli che sostengo vincono".
Alla domanda del conduttore di riflettere sugli aspetti che gli mancano di più della presidenza dall'uscita dalla Casa Bianca, Trump ha riconosciuto di non aver "aiutato di più le persone".
"Ecco perché l'ho fatto. Senta, è stato molto traumatico. Ho avuto una vita fantastica, una grande compagnia, grandi affari, nessun problema e ora qualunque cosa faccia, la gente mi dà addosso. È crudele, è orribile ma sa una cosa? Mi è piaciuto farlo perché ho aiutato le persone. E li ho aiutati più di qualsiasi altro presidente", ha detto l'ex POTUS nell'intervista.
Riassumendo i suoi migliori (a suo parere) risultati, Trump ha pubblicizzato il suo pacchetto da 1,5 trilioni di dollari di tagli fiscali aziendali e individuali, aggiungendo al contempo che spera che l'amministrazione del democratico Joe Biden non "incasini tutto".

Il GOP deve "unificarsi"

Espandendo sul futuro del partito repubblicano nella sua prima grande intervista televisiva da quando ha lasciato la Casa Bianca, Trump ha suggerito che dipendeva in larga misura dal fatto che possa fare un rally con la campagna "Make America Great Again" (MAGA) per riprendere il Congresso nel 2022 e oltre.
I critici hanno sostenuto che il partito repubblicano (GOP) è sempre più fratturato tra lealisti MAGA e conservatori classici.
Donald Trump bacia la bandiera americana - Sputnik Italia, 1920, 11.04.2021
Trump promette che GOP recupererà Camera e Senato nel 2022, e "vincerà la Casa Bianca" nel 2024
Trump ha acclamato aspetti delle elezioni presidenziali del 2020 di novembre che apparentemente indicavano un esteso sostegno al GOP oltre i loro tipici distretti.
Interrogato dal conduttore se il futuro successo del GOP possa risiedere con candidati in corsa sulla piattaforma conservatrice che Trump ha adottato nel 2016, piuttosto che quello dei repubblicani dell'establishment come l'ex governatore della Florida Jeb Bush o l'ex governatore dell'Ohio John Kasich, l'ex POTUS ha detto: "Se vogliono vincere, sì. Se vuoi vincere e vincere alla grande, devi farlo. Devi farlo".
Pur ammettendo che i repubblicani "devono unificarsi", sottolineando il fallito tentativo di garantire che l'ObamaCare venisse completamente abrogato quando il defunto senatore John McCain ha dato un "pollice in giù" durante il voto, Trump ha insistito sul fatto che la piattaforma repubblicana stava risuonando.
Donald Trump ha affermato che inizialmente si prevedeva che i repubblicani avrebbero persi seggi alla Camera, ma invece ne hanno guadagnati più di una dozzina, mentre nemmeno un membro del Congresso in carica ha perso, poiché si era assicurato di "fare campagna dura" per tutti i candidati.
Per quanto riguarda il Senato, il 45° POTUS ha affermato che altri 8 senatori repubblicani avrebbero perso nel 2020 se non fosse intervenuto, incluso "Mitch".
"Aiuteremo con la Camera [nel 2022]. Penso che abbiamo davvero buone possibilità. Sto lavorando con tutti, incluso Kevin McCarthy. Allo stesso modo, il Senato sarà un po' più difficile [da conquistare]", ha detto Trump.

La corsa potenziale di Trump per il 2024

Donald Trump ha detto in precedenza ai suoi sostenitori che "abbiano fiducia" che si ricandiderà alla presidenza nel 2024, come ha riferito in un'intervista con la nuora Lara Trump il 30 marzo su Fox News.
In precedenza, Donald Trump aveva preso in giro una potenziale nuova corsa per l'incarico alla Conservative Political Action Conference di Orlando a fine febbraio, dicendo che avrebbe potuto "batterli (i democratici) una terza volta".
L'ex presidente americano ha ripetutamente respinto la vittoria del candidato democratico Joe Biden alle elezioni presidenziali del 3 novembre 2020, che Trump ha affermato essere state "truccate" contro di lui e che si trattasse del voto più corrotto della storia americana.
Donald Trump è stato accusato di "istigazione a un'insurrezione" e messo sotto accusa per la seconda volta dalla Camera dei Rappresentanti USA dopo il comizio del 6 gennaio "Stop the Steal" a Washington in suo sostegno trasformato in una rivolta che è risultato in cinque morti.
L'ex presidente degli Stati Uniti ha respinto ogni responsabilità per la folla che si è riversata nel Campidoglio mentre i legislatori stavano lavorando per confermare formalmente i risultati delle elezioni presidenziali del 2020, dicendo che ciò che aveva detto era "totalmente appropriato".
Trump è stato poi assolto dal Senato statunitense.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала