Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Boris Johnson pronto a sganciare bomba legislativa su Superlega: 2 club UK vacillano

© REUTERS / HANNAH MCKAYBoris Johnson
Boris Johnson - Sputnik Italia, 1920, 20.04.2021
Seguici su
Boris Johnson pronto anche a modificare una legge di Stato pur di non permettere la nascita della Superlega. Probabili contatti diplomatici in corso con Italia e Spagna.
Nel Regno Unito la Superlega di calcio è diventata un caso politico, sono infatti 6 le squadre britanniche (Manchester United, Liverpool, Manchester City, Chelsea, Arsenal e Spurs) pronte ad aderire alla competizione sportiva autonomamente organizzata da 12 club calcistici europei, senza alcun accordo con le federazioni nazionali e internazionali.
La questione è così seria che Boris Johnson si è incontrato con il ministro della Cultura Oliver Dowden e con i vertici del calcio britannico.
La linea politica, riporta l’Huffingtonpost, verte sul fatto che la European Super League (ESL), è una proposta “anti-competitiva”.
Il primo ministro britannico si è quindi detto pronto a modificare la legge nazionale per fermare la fuga in avanti delle sei squadre inglesi.
Pronti a “sganciare una bomba legislativa”, sarebbero le parole di Johnson e sarebbe pronto a farlo subito.

Il comunicato di avvertimento

Downing Street, a seguito dell’incontro ha emesso un comunicato stampa ufficiale con il quale si conferma la volontà politica di non restare a guardare di fronte a un “piccolo manipolo di proprietari che crea un negozio chiuso”, così vengono definiti i proprietari dei club calcistici britannici.
Cristiano Ronaldo - Sputnik Italia, 1920, 19.04.2021
Super Lega, le reazioni del web
Tutte le azioni sono sul tavolo, prosegue Downing Street, il governo “esplora ogni possibilità, comprese le opzioni normative, per assicurare che questa proposta sia fermata”.
Tra le azioni sul tavolo il ritiro del visto ai calciatori stranieri dei club separatisti coinvolti, o il ritiro dei fondi destinati alla polizia per le attività di controllo durante le partite di calcio.

Due dei sei club vacillano

Sempre secondo l’Huffingtonpost, due delle sei squadre inglesi ora vorrebbero tornare sulla propria decisione e chiamarsi fuori da quella che appare sempre più come una mossa avventata che potrebbe a questo punto, oggettivamente creare danni economici ai singoli club.
Un portavoce del primo ministro ha lanciato il segnale alle squadre chiedendo loro di fare marcia indietro, perché è “chiaramente inequivocabile che noi non vogliamo questa” Superlega.

Interlocuzioni con governo spagnolo e italiano

Ma c’è dell’altro, perché secondo quanto riporta il quotidiano britannico, il portavoce avrebbe fatto capire che ci sono contatti diplomatici in corso con Italia e Spagna per fermare la Superlega.
Intanto il presidente della FIFA ha annunciato la disapprovazione della federazione calcistica nei confronti della recentemente istituita Superlega.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала