Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Trump condanna ritardo di Biden nel porre fine alla guerra in Afghanistan l'11 settembre

CC BY 2.0 / NATO International Security Assistance Force Public Affairs / Australian SOTG patrolForze speciali australiane su veicoli di pattuglia a lungo raggio guidano in convoglio attraverso uno dei deserti dell'Afghanistan (File)
Forze speciali australiane su veicoli di pattuglia a lungo raggio guidano in convoglio attraverso uno dei deserti dell'Afghanistan (File) - Sputnik Italia, 1920, 19.04.2021
Seguici su
L'ex segretario USA, Mike Pompeo, ha firmato l'accordo di pace con i talebani per conto dell'amministrazione Trump il 29 febbraio 2020. Il presidente Joe Biden ha infranto i termini dell'accordo ritardando il ritiro delle truppe statunitensi entro l'11 settembre, il 20° anniversario degli attacchi terroristici che hanno provocato l'invasione USA.
L'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha criticato il ritardo del suo successore Joe Biden, nel processo di ritiro delle truppe dall'Afghanistan con termine l'11 settembre 2021.
In una dichiarazione rilasciata domenica, il magnate ha spiegato le ragioni per cui crede che posticipare il ritiro è un errore.
"In primo luogo, possiamo e dobbiamo uscire prima. Diciannove anni sono sufficienti, infatti, troppo e decisamente troppo lunghi", ha detto Trump.
"Ho reso possibile il ritiro anticipato ritirando gran parte dei nostri miliardi di dollari di equipaggiamento e, cosa più importante, riducendo la nostra presenza militare a meno di 2.000 soldati dal livello di 16.000 che c'era", ha sottolineato.
Trump ha criticato il fatto che Biden vuol unire il solenne ventesimo anniversario degli attacchi suicidi degli aerei di linea al World Trade Center da parte dei terroristi sauditi di al-Qaeda*, con l'accordo di pace "meraviglioso e positivo".
"L'11 settembre rappresenta un evento e un periodo molto triste per il nostro Paese e dovrebbe rimanere un giorno di riflessione e ricordo per onorare quelle grandi anime che abbiamo perso. Uscire dall'Afghanistan è una cosa meravigliosa e positiva da fare", ha detto.
Trump ha anche criticato il suo successore per aver rinnegato il trattato di pace concordato dalla sua stessa amministrazione con i talebani, in base al quale tutte le forze statunitensi avrebbero dovuto lasciare il paese entro il 1° maggio di quest'anno.
"Ho programmato il ritiro entro il 1° maggio, e dovremmo rimanere il più vicino possibile a quel programma", ha insistito.
Biden ha affermato nella sua prima conferenza stampa come presidente, che attenersi alla scadenza del 1° maggio sarebbe stata "dura", anche se il nuovo segretario alla Difesa, Lloyd Austin, si concentra sull'eliminazione degli esponenti di destra dall'esercito.
Il portavoce del Pentagono, John Kirby, venerdì ha detto che gli Stati Uniti potrebbero effettivamente schierare più forze in Afghanistan prima del ritiro ritardato, mentre un alto funzionario del governo ha detto ai media che Washington manterrà sufficienti "capacità militari e di intelligence" dentro e intorno al paese per colpire il gruppo terroristico di al-Qaeda* nel caso dovesse riemergere.
Ma i talebani hanno avvertito che non continueranno ad osservare il cessate il fuoco e riprenderanno gli attacchi alle truppe straniere se rimarranno oltre il 1° maggio.
*Al-Qaeda è un gruppo terroristico bandito in Russia e in molti altri paesi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала