Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Siria, forze aerospaziali russe distruggono una base di ribelli, fino a 200 militanti morti

© AFP 2021 / Fadi al-HalabiFighters from the Al-Nusra Front, Al-Qaeda's Syria branch, hold a position as they fight against forces loyal to the regime
Fighters from the Al-Nusra Front, Al-Qaeda's Syria branch, hold a position as they fight against forces loyal to the regime - Sputnik Italia, 1920, 19.04.2021
Seguici su
In Siria i terroristi stanno pianificando attacchi e attentato contro le istituzioni statali nelle principali città in vista delle elezioni presidenziali, ha affermato il contrammiraglio Alexander Karpov, vice direttore del Centro per la riconciliazione delle parti siriane in conflitto.
"Gruppi armati clandestini hanno pianificato attacchi terroristici e attentati contro agenzie governative nelle grandi città con l'obiettivo di destabilizzare la situazione nel Paese in vista delle elezioni presidenziali", ha detto Karpov in una conferenza stampa.
Secondo Karpov, i terroristi vengono addestrati nei campi di addestramento dei ribelli, che si trovano "nei territori non controllati dalle autorità siriane, compresa la zona di Al-Tanf, controllata dalle forze armate statunitensi".
A nord-est di Palmira i ribelli hanno creato una base mimetizzata, dove vengono addestrati gruppi per attacchi terroristici e vengono preparati ordigni esplosivi; le unità delle forze aerospaziali russe hanno colpito questi obiettivi, ha detto il contrammiraglio Alexander Karpov.
"Secondo le informazioni ricevute, a nord-est di Palmira, i ribelli hanno creato una base mimetizzata in cui è stato condotto l'addestramento di unità di combattimento da inviare e compiere attacchi terroristici in varie regioni del Paese, nonché sono stati prodotti ordigni esplosivi improvvisati", ha detto Karpov nella conferenza stampa.
Karpov ha aggiunto che dopo aver confermato la posizione di questi obiettivi, sono stati effettuati raid dalle forze aerospaziali russe.
"A seguito dei raid sono stati distrutti due rifugi, fino a 200 militanti, 24 camioncini con mitragliatrici pesanti, oltre a circa 500 chilogrammi di munizioni e componenti per fabbricare ordigni esplosivi improvvisati", ha aggiunto Karpov.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала