Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La profezia di Matteo Renzi: tra PD e M5S non funzionerà

© Foto : Camera dei DeputatiMatteo Renzi al termine delle consultazioni con Roberto Fico
Matteo Renzi al termine delle consultazioni con Roberto Fico - Sputnik Italia, 1920, 19.04.2021
Seguici su
Matteo Renzi convinto che alla fine tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle non vi sarà alcuna unione politica strategica, e che anche Giuseppe Conte li mollerà al loro destino.
Secondo l’analisi politica di Matteo Renzi alla fine il Movimento 5 Stelle capitolerà del tutto e non entrerà a far parte di quel “centrosinistra largo” che Enrico Letta prova a costruire avendo come centro dell’operazione il Partito Democratico di cui è uno dei fondatori.
“Noi dentro” all’alleanza con il PD dice Renzi intervistato dal quotidiano La Repubblica, ma “i Cinquestelle no. Questa è anche la tesi di chi, tra i dem, ha visto all’opera i grillini a cominciare dai romani che hanno subito l’amministrazione Raggi”. A Roma, in effetti, si consumerà il primo allontanamento dal patto siglato da Zingaretti con i grillini, qui Letta è deciso a fare le primarie per trovare il candidato sindaco dei democratici.

La fine del M5S secondo Renzi

L’opinione del fondatore di Italia Viva gira tutta intorno alla fine del M5S e dice:
“Per me l’esperienza dei 5 Stelle è al capolinea. E dubito che Conte – che si definisce equidistante da destra e sinistra – accetti di guidare il Movimento”.
Di più, Renzi crede che alla fine Giuseppe Conte si stuferà delle correnti interne ai grillini e delle divisioni, e fonderà un suo partito. “Credo gli convenga”, dice Renzi, perché tra i pentastellati troppe sono le “tensioni a cominciare dalla rissa sul terzo mandato”.
Enrico Letta, segretario del Partito Democratico - Sputnik Italia, 1920, 17.04.2021
Letta apre l'Assemblea PD: "Obiettivo centrosinistra guidato da noi che dialoga con il M5S"
E poi il leader di Italia Viva aggiunge una riflessione che va in parallelo con la sua vicenda giudiziaria.
“Non sottovaluti la questione giudiziaria. Noi avremo un processo sul finanziamento illecito solo perché un magistrato dice che la fondazione che organizzava la Leopolda era in realtà un partito. Si immagina cosa accadrà quando gli inquirenti entreranno nel rapporto tra la Casaleggio, il Movimento, Rousseau, i gruppi parlamentari?”

Le conferenze internazionali di Renzi

Renzi non si pente di andare in giro per il mondo a tenere conferenze pagate e domanda di cosa si dovrebbe pentire.
“Lavoro rispettando le leggi e pagando le tasse in Italia – afferma Renzi –, non spaccio ventilatori o mascherine. Non vedo alcun conflitto di interessi: si tratta di una attività che svolgono anche altri ex premier italiani e stranieri”, si difende Renzi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала