Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giovannini: “Cronoprogramma pubblico per le opere e tagliaremo i tempi dei lavori”

© AFP 2021 / Tiziana FabiEnrico Giovannini, Ministro Infrastrutture e Trasporti (a destra) e Roberto Cingolani, Ministro per la Transizione ecologica (a sinistra)
Enrico Giovannini, Ministro Infrastrutture e Trasporti (a destra) e Roberto Cingolani, Ministro per la Transizione ecologica (a sinistra) - Sputnik Italia, 1920, 17.04.2021
Seguici su
Il ministro delle Infrastrutture spiega quale sarà il metodo da utilizzare dopo la nomina dei 29 commissari decisa dal governo per rilanciare i cantieri.
Il tempo di realizzazione delle opere calerà “di molto”, per quelle di medie dimensioni “contiamo di scendere di 5-6 anni”, dati che i cittadini potranno verificare giorno dopo giorno online controllando il cronoprogramma dove sarà “indicato l’inizio dei lavori e anche la fine”.
In un’intervista al Corriere della Sera il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, illustra il suo piano dopo l’annuncio dato ieri dal premier Mario Draghi della nomina di 29 commissari per 57 opere che valgono 83 miliardi di euro.
Secondo Giovannini il tempo dei lavori calerà soprattutto perché si tratta di opere, come le cittadelle giudiziarie o i commissariati, che per la ristrutturazione non necessitano di 15 anni e “il grosso degli interventi riguardano Anas e Ferrovie, che hanno strutture qualificate di preprogettazione e progettazione, il che ci farà guadagnare molto tempo”.

Il cronoprogramma complessivo

Il ministro aggiunge altri dati sull’agenda dei commissari per i prossimi mesi.
“Quest’anno partiranno 20 cantieri, 50 nel 2022 e 37 nel 2023”, dice.
I lavori riguarderanno in particolare cantieri stradali e della rete ferroviaria, come per esempio le “linee regionali collegate alla realizzazione dell’alta velocità Salerno-Reggio Calabria, poi i presidi di sicurezza e infine le dighe e le strutture idriche.
Inoltre, Giovannini prevede di nominare altri commissari e porterà “entro aprile la proposta in Parlamento”.

Cosa verrà costruito

L'elenco delle opere comprende lavori per un valore complessivo di 82,7 miliardi di euro, di cui circa il 44% al Sud, ha annunciato Draghi ieri in conferenza stampa.
Opere già finanziate per circa 33 miliardi di euro, mentre il resto sarà completato con ulteriori risorse nazionali ed europee, compreso il Next Generation EU. 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала