Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid Italia, indice Rt in calo a 0,85. Scende anche l'incidenza per 100.000 abitanti

© Sputnik . Pavel L'vov / Vai alla galleria fotograficaUnità di terapia intensiva
Unità di terapia intensiva - Sputnik Italia, 1920, 16.04.2021
Seguici su
Si registrano miglioramenti sul fronte dell'andamento della pandemia, con l'Rt e l'incidenza su 100.000 abitanti in discesa.
L'indice dell'Rt nazionale scende ancora, passando dallo 0,92 della scorsa settimana ad un leggermente inferiore 0,85.
E' questo il dato contenuto nel monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute, che sarà pubblicato nella giornata odierna.
Dublino, Irlanda - Sputnik Italia, 1920, 16.04.2021
Covid-19, Irlanda: quarantena obbligatoria in hotel per chi arriva dall'Italia
Continua a calare anche l'incidenza di Covid-19, che si attesta a 182 nuovi casi ogni 100.000 abitanti rispetto ai 185 della settimana precedente. 
Non accenna a rallentare invece la pressione sulle terapie intensive e i reparti ospedalieri con un tasso di occupazione a livello nazionale al di sopra della soglia critica sia in terapia intensiva (39% rispetto alla soglia di allarme fissata al 30%) che in area medica (41% contro il 40% della soglia critica), che tuttavia per la prima settimana mostrano segnali di una lieve diminuzione. 
Resta alto, poi, il numero di Regioni o province autonome con un tasso di occupazione in intensiva e aree mediche sopra soglia (14 contro le 15 della settimana precedente). 
Nel complesso, dunque si tratta di tratterebbe di un miglioramento piuttosto sensibile, soprattutto nell'ottica di possibili riaperture da mettere in atto a partire dal mese di maggio.

Le possibili riaperture

Quest'oggi è prevista la riunione della cabina di regia sulla road map per riaprire progressivamente nei prossimi due mesi. 
In questo senso, l'obiettivo delle Regioni è diccelerare sull'allentamento delle restrizioni, a partire dal ripristino delle zone gialle, già a partire da fine aprile nelle zone in cui l'andamento epidemiologico dovesse consentirlo.
Bar e ristoranti dovrebbero poter aprire a pranzo già nella prima metà di maggio e a cena nella seconda metà, con il conseguente slittamento del coprifuoco fino alle 24.00. Il via libera sarà condizionato al rispetto delle misure anticontagio, con un distanziamento dei tavoli ad un metro per l'esterno e due metri all'interno del locale. 
Il governatore Zaia testa il tampone rapido - Sputnik Italia, 1920, 15.04.2021
Covid Italia, Zaia. "Con riaperture responsabilità diventeranno di ciascuno"
Le ripartenze riguarderanno anche altri settori colpiti dalle restrizioni, a partire da cinema, musei e teatri. Si ipotizza una riapertura iniziale con capienza all'aperto del 25-30%.
Palestre e piscine, invece, dovranno attendere fino a giugno: l'ok per la ripartenza potrebbe arrivare, infatti, in concomitanza con l'Europeo 2021. Il Cts ha già fissato le distanze di sicurezza: 2 metri per le palestre e 10 metri per le piscine. Non si esclude, però, la concessione del via libera solo per lezioni individuali. 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала