Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Abbiamo finito lo sperma”: cliniche svedesi per la fecondazione in crisi per colpa del coronavirus

CC0 / / Sperma
Sperma - Sputnik Italia, 1920, 16.04.2021
Seguici su
La Svezia è tra i paesi con i più alti tassi di concepimento assistito al mondo ma sta affrontando una grave carenza di sperma poiché i donatori stanno disertando gli ospedali per via della pandemia. L’inconveniente sta provocando tempi di attesa lunghissimi per le donne single in lista di attesa.
La carenza viene attribuita sia alla crescente domanda che al fatto che un minor numero di uomini ha donato lo sperma durante la pandemia.
"Abbiamo quante più donne single possibile richiedenti, ma abbiamo anche una carenza di donatori. Questo è un problema nazionale e la pandemia ha fatto sì che gli uomini che altrimenti avrebbero potuto iscriversi non fossero disposti a esporsi a contatti nel settore sanitario", ha detto al quotidiano medico Läkartidningen Ann Thurin Kjellberg, medico capo dell'unità di riproduzione presso l'Ospedale universitario Sahlgrenska di Göteborg.
Carlo Flamigni, luminare della fecondazione assistita, medico, ginecologo, scrittore, figura di riferimento in Italia e all'estero sulle tecniche di procreazione assistita e sulla fertilità.  - Sputnik Italia, 1920, 05.07.2020
Carlo Flamigni, morto il luminare della fecondazione assistita
Secondo la Kjellberg, la Svezia non ha mai visto così pochi donatori come l'anno scorso. Lo ha definito un "fenomeno nazionale", aggiungendo che Göteborg e Malmö hanno già completamente esaurito lo sperma, mentre Stoccolma è sulla buona strada per arrivarci. Queste sono tre delle aree più popolose del Paese.
Nella sola provincia di Skåne, la carenza di donatori di sperma ha sospeso tutti i trattamenti fino a giugno. Lì, i tempi di attesa sono aumentati da pochi mesi nel 2016 ai due anni attuali.
"Abbiamo completamente esaurito lo sperma e per la prima volta abbiamo preso una pausa nell'attività di donazione", ha detto a Läkartidningen Margareta Kitlinski, direttrice di sezione presso il Centro di medicina riproduttiva di Malmö.
La gravidanza assistita all'interno del servizio sanitario nazionale svedese è gratuita.
Secondo la legge svedese, tuttavia, un campione di sperma può essere utilizzato solo da un massimo di sei donne.
La maggior parte dello sperma donato in Svezia ha raggiunto questa capacità giuridica. Oltre agli operatori sanitari pubblici, ci sono anche cliniche private in Svezia che sono in grado di aggirare la carenza importando sperma dall'estero.
Una donna incinta - Sputnik Italia, 1920, 22.02.2020
Fecondazione “fai da te”, i rischi di un fenomeno in crescita
Tuttavia, il costo del trattamento della gravidanza assistita in forma privata può costare fino a 100.000 corone svedesi, cioè quasi 10mila euro, rendendolo inaccessibile per molti.
La dottoressa in antropologia Rachel Irwin ha denunciato le lunghe code e ha definito "assurdo" che la Svezia soffra di una grave carenza di sperma mentre la vicina Danimarca continua ad esportarne.
"È una situazione triste quando una clinica responsabile per la riproduzione assistita per gran parte dell’intera Svezia meridionale rimane a corto di sperma”, ha scritto la Irwin in un articolo d'opinione sul quotidiano Göteborgs-Posten.
I paesi nordici guidano da tempo l'Europa nella percentuale di bambini nati con fecondazione in vitro, con la Danimarca al 3,9% e la Svezia al 2,8%. Secondo la Società europea di riproduzione umana ed embriologia, questi sono tra i paesi con i più alti tassi di concepimento assistito al mondo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала