Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid-19, la proposta delle regioni per riaprire subito bar, ristoranti e palestre

© Sputnik . Evgeny UtkinUna strada con negozi e ristoranti
Una strada con negozi e ristoranti - Sputnik Italia, 1920, 15.04.2021
Seguici su
La bozza con le linee guida delle regioni per le riaperture è stata inviata al governo e sarà sottoposta al vaglio dell'odierna conferenza Stato-Regione
Riaprire subito, ma in sicurezza. Questo l'obiettivo delle Regioni, che hanno inviato al governo la loro proposta per la riapertura di bar, ristoranti, cinema, teatri, palestre e piscine. La bozza di 7 pagine, contenente le linee guida per la ripartenza, verrà discussa durante la conferenza Stato-Regioni. 
Il documento contiene gli indirizzi operativi che si sono già dimostrati efficaci per "favorire l'applicazione delle misure di prevenzione e contenimento dei contagi", necessarie a rendere compatibile la ripresa delle attività economiche con la tutela della salute di clienti e lavoratori. Ecco cosa prevedono le linee guida. 

Bar e ristoranti

I ristoranti potranno aprire anche a cena privilegiando l'accesso su prenotazione, preferendo l'utilizzo degli spazi all'aperto, dove i tavoli dovranno essere disposti ad una distanza di almeno un metro l'uno dall'altro. Negli spazi interni, invece, la distanza di sicurezza da rispettare aumenta a due metri. 
Ai fini del tracciamento dei contatti, l'elenco dei clienti dovrà essere mantenuto per un periodo di almeno 14 giorni. 
Per quanto riguarda le consumazioni al banco nei bar si dovrà tenere una distanza di due metri mentre i buffet potranno essere consentiti “solo con somministrazione da parte del personale con uso della mascherina, escludendo la possibilità per i clienti di toccare quanto esposto. In ogni caso per clienti e personale obbligo della distanza e della mascherina. Self-service consentita per buffet esclusivamente con prodotti confezionati in monodose”.

Palestre e piscine

Le palestre dovranno regolamentare gli accessi, ad esempio pianificandoli con un sistema di prenotazioni, in modo da evitare gli assembramenti. Durante l'esercizio fisico dovrà essere mantenuta una distanza di sicurezza due metri o, in alternativa, potranno essere collocati dei separatori fra le postazioni. 
Inoltre “dopo l’utilizzo da parte di ogni singolo soggetto, il responsabile della struttura assicura la disinfezione della macchina o degli attrezzi usati. Gli attrezzi e le macchine che non possono essere disinfettati non devono essere usati". Analogamente in piscina si potrà entrare solo su prenotazione e in acqua si dovrà mantenere una distanza di 7 metri quadri a persona. 

La road map per le riaperture

Domani è prevista la riunione della cabina di regia convocata dal premier Mario Draghi per definire una road map per le riaperture nei mesi di maggio e giugno. Le regioni mirano all'allentamento delle misure, a partire dal ripristino della zona gialla. Non è escluso che sotto il pressing del centrodestra e delle Regioni le aperture vengano anticipate a fine aprile, laddove la curva epidemiologica lo consenta. 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала