Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

AstraZeneca, in Germania under 60 riceveranno altro come seconda dose

© REUTERS / Dado Ruvic/IllustrationIl vaccino AstraZeneca
Il vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 14.04.2021
Seguici su
La Germania cambia il piano vaccinale in corsa costretta dagli eventi. Gli under 60 come seconda dose riceveranno un vaccino diverso dal Vaxzevria se lo hanno ricevuto in prima somministrazione.
I tedeschi con meno di 60 anni che hanno ricevuto come prima dose il vaccino di AstraZeneca, riceveranno una seconda dose diversa ovvero un altro vaccino.
Lo hanno stabilito il ministro della Salute tedesco e i ministri federali dei 16 stati tedeschi, che con questa misura decidono per una soluzione mista AstraZeneca più altro vaccino.
I primi operatori sanitari vaccinati allo Spallanzani - Sputnik Italia, 1920, 13.04.2021
Roma, test seconda dose con vaccini diversi dalla prima con AstraZeneca
Ora i tedeschi under 60, che hanno ricevuto il vaccino anglo-svedese in prima somministrazione, riceveranno Moderna o Pfizer in seconda somministrazione e a completamento del ciclo vaccinale.
Secondo quanto riferito dal deputato bavarese Klaus Holetschek, che ha presieduto la riunione dei ministri della Sanità tedesca, “la soluzione ideata offre una buona protezione” ai cittadini. Lo riporta l’Adnkronos.
Tuttavia l’uso di AstraZeneca come seconda dose negli under 60 non viene esclusa del tutto, non è imposto un divieto.
Infatti il Vaxzevria potrà essere inoculato come seconda dose agli under 60, ma solo dopo una valutazione medica sui potenziali rischi legati al singolo paziente.

Verso il non rinnovo dei contratti

Intanto, secondo alcune ricostruzioni per ora non confermate, l’Unione Europea in accordo con i principali capi di governo dell’Unione Europea starebbe valutando il non rinnovo per il 2022 dei contratti con AstaZeneca e Johnson & Johnson.
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 13.04.2021
Dopo AstraZeneca infettivologo Bassetti difende vaccino Johnson&Johnson
L’obiettivo più ampio potrebbe essere quello di non rinnovare i contratti con quelle case farmaceutiche che hanno sviluppato un vaccino con vettore virale, per concentrare le future campagne vaccinali solo su quelli a Rna messaggero che al momento non hanno presentato complicazioni gravi come le trombosi.
Tra i vaccini a vettore virale vi è anche l’italiano Reithera, il quale è per ora in fase sperimentale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала