Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Talebani non parteciperanno a nessuna conferenza fino ritiro forze straniere da Afghanistan

© AP Photo / Hussein SayedDelegazione talebani
Delegazione talebani - Sputnik Italia, 1920, 14.04.2021
Seguici su
Il gruppo militante talebano ha detto che non si impegnerà più in negoziati diplomatici fino a quando tutte le forze straniere non avranno lasciato il paese. I commenti arrivano sulla scia delle notizie secondo cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden intende non rispettare il termine di ritiro del 1° maggio per le forze statunitensi.
"Fino a quando tutte le forze straniere non si saranno ritirate completamente dalla nostra patria, l'Emirato islamico [dell'Afghanistan] non parteciperà a nessuna conferenza che prenderà decisioni sull'Afghanistan", ha detto mercoledì mattina il dottor Muhammad Naeem Wardak, portavoce dell'ufficio politico dei talebani a Doha, in Qatar.
I suoi commenti arrivano in seguito alle notizie dei media statunitensi secondo cui Biden intende ritardare il ritiro finale delle truppe statunitensi dall'Afghanistan fino all'11 settembre 2021, il 20° anniversario degli attacchi terroristici del 2001 da parte di Al Qaeda che hanno ucciso quasi 3.000 americani. La data inizialmente concordata da Stati Uniti e talebani nel loro accordo di pace del febbraio 2020 era il 1° maggio 2021.
La nuova data di Biden è simbolica: i terreni di addestramento e il quartier generale di Al Qaeda per l'attacco si trovavano sulle montagne afghane, e la guerra di occupazione statunitense in Afghanistan è iniziata poche settimane dopo, quando ha invaso il paese per rovesciare il governo talebano che aveva protetto il gruppo terroristico. La guerra continua da allora, con centinaia di migliaia di morti, quasi tutti afghani.
Militari Usa in Afghanistan - Sputnik Italia, 1920, 16.01.2021
Talebani accolgono favorevolmente il ritiro delle truppe USA in Afghanistan
Martedì, le Nazioni Unite hanno annunciato che dal 24 aprile fino a maggio sarà prevista una conferenza di pace afghana a Istanbul, in Turchia, durante la quale le delegazioni dei talebani e del governo afghano sostenuto dagli Stati Uniti a Kabul dovrebbero sedersi per i propri colloqui di pace, in corso da mesi. Tuttavia, un portavoce dell'ufficio politico dei talebani ha detto martedì che la presenza del gruppo era in dubbio.
Il mese scorso, funzionari statunitensi ed europei hanno rivelato al New York Times che c'erano almeno 1.000 truppe in più in Afghanistan rispetto a quanto riferito in precedenza, per un totale di allora di circa 3.500 soldati. Inoltre, ci sono circa 7.000 truppe degli alleati della NATO e partner statunitensi in Afghanistan, che secondo i talebani sarebbero considerati obiettivi legittimi per un attacco se gli Stati Uniti non se ne fossero andati completamente entro la scadenza del 1° maggio.
Biden ha precedentemente parlato sprezzantemente dell'accordo di pace di febbraio 2020, dicendo in un'intervista il mese scorso che non era "un accordo negoziato molto solidamente" dall'allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump.
"Siamo in consultazione con i nostri alleati e con il governo, e questa decisione è ora in corso", ha detto a proposito del rispetto della data di ritiro del 1° maggio, che ha ammesso sarebbe "difficile" rispettare. I leader militari statunitensi hanno fatto un passo indietro sul ritmo del ritiro, avvertendo che i talebani potrebbero tornare al potere o che Al Qaeda potrebbe ricostruirsi se una certa quantità di forze statunitensi non fosse stanziata nella nazione dell'Asia centrale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала