Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccinazioni nei luoghi di lavoro, Inail pubblica le linee guida

© Sputnik . Grigoriy Sysoev / Vai alla galleria fotograficaLa linea di produzione del vaccino russo EpiVacCorona
La linea di produzione del vaccino russo EpiVacCorona - Sputnik Italia, 1920, 13.04.2021
Seguici su
Presto i punti vaccinali anche nelle aziende o strutture messe a disposizione dalle associazioni di categoria. Pubblicate le linee guida da parte dell'Inail.
Pubblicato dall’Inail il documento che norma la campagna di vaccinazione contro Covid-19 nei luoghi di lavoro. Le indicazioni ad interim sono state elaborate insieme al Ministero del Lavoro e al Ministero della Salute, con la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.
Con le linee guida sarà possibile organizzare dei punti vaccinali all’interno delle aziende, il documento chiarisce infatti i requisiti e la procedura da seguire per l’attivazione dei punti vaccinali territoriali destinati alle lavoratrici e ai lavoratori.

Cosa prevedono le linee guida Inail

Le linee guida prevedono che il punto vaccinale aziendale debba avere sempre vaccini disponibili, vi debba essere la disponibilità dell’azienda e che sia garantita la presenza del medico competente o la presenza del personale sanitario adeguatamente formato.
© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaIngresso sul posto di lavoro
Ingresso sul posto di lavoro - Sputnik Italia, 1920, 18.05.2021
Ingresso sul posto di lavoro
Inoltre deve essere garantita la sussistenza delle condizioni di sicurezza per la somministrazione dei vaccini.
I lavoratori dovranno aderire alla vaccinazione in modo volontario e solo dopo essere stati informati. Andrà poi tutelata la loro privacy.

Opportunità di vaccinazione aggiuntiva

L’Inail precisa che i centri vaccinali presso le aziende costituiscono una opportunità “aggiuntiva” rispetto ai centri vaccinali predisposti dalla struttura commissariale.
Consegna Vaccini Pfizer all'Ospedale Santa Maria della Pietà a Roma - Sputnik Italia, 1920, 12.04.2021
Basilicata, vaccinazioni anti-Covid senza prenotazioni ed è subito caos
Quindi il lavoratore non è obbligato ad aderire alla campagna vaccinale in azienda e può recarsi presso uno degli altri centri già predisposti.
Ad ogni modo, i centri vaccinali aziendali sono un valido supporto alla campagna vaccinale perché potranno essere utilizzati anche dai lavoratori non appartenenti alla stessa azienda.
Inoltre le associazioni di categoria potranno approntare un centro vaccinale territoriale dove accogliere lavoratrici e lavoratori di più imprese. Tutto ovviamente “nel rispetto delle tempistiche dettate dal piano nazionale di vaccinazione”.

Organizzazione ed oneri

L’Inail fa presente che tutta l’organizzazione della campagna vaccinale all’interno di una azienda è a carico dell’impresa stessa o dell’associazione di categoria che decide di predisporre un punto vaccinale.
Restano a carico dello Stato i costi delle fiale di vaccino, i dispositivi per la somministrazione (siringhe e aghi) e gli strumenti formativi e per la registrazione delle vaccinazioni.
L’azienda dovrà prevedere anche la disponibilità degli strumenti informatici per registrare l’avvenuta inoculazione del vaccino, per inviare in forma telematica l’informazione al sistema sanitario, così come predisposto dalle singole regioni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала