Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Italia, Sputnik V: firmato accordo tra Spallanzani e Centro Gamaleya

© Russian Direct Investment FundA handout photo shows an employee demonstrating a vial with "Gam-COVID-Vac" vaccine against the coronavirus disease (COVID-19), developed by the Gamaleya National Research Institute of Epidemiology and Microbiology and the Russian Direct Investment Fund (RDIF), during its production at Binnopharm pharmaceutical company in Zelenograd near Moscow, Russia August 7, 2020
A handout photo shows an employee demonstrating a vial with Gam-COVID-Vac vaccine against the coronavirus disease (COVID-19), developed by the Gamaleya National Research Institute of Epidemiology and Microbiology and the Russian Direct Investment Fund (RDIF), during its production at Binnopharm pharmaceutical company in Zelenograd near Moscow, Russia August 7, 2020 - Sputnik Italia, 1920, 13.04.2021
Seguici su
Collaborazione del Centro russo di Gamaleya con il Centro di Roma Spallanzani per uno studio più approfondito del vaccino Sputnik V.
Martedì, il Centro Nazionale di Ricerca per l'Epidemiologia e Microbiologia Gamaleya e l'Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani hanno firmato un accordo di collaborazione che consentirà sperimentazioni scientifiche sul vaccino Sputnik V a Roma, secondo il protocollo d'intesa sulla cooperazione scientifica e lo scambio di materiali e conoscenze tra istituzioni, come ha detto ai giornalisti il direttore dell'istituzione romana, Francesco Vaia.
"La Regione Lazio e lo Spallanzani sottoscrivono questo accordo tecnico-scientifico che darà finalmente il via alle sperimentazioni con e sullo Sputnik", ha detto Vaia di fronte alla sede dello Spallanzani. 
Sono previsti studi preliminari sull'efficacia clinica del vaccino su piccoli campioni, e si prevedeono test del vaccino su un piccolo numero di volontari per dimostrare la sicurezza e l'efficacia dello Sputnik V per alcune popolazioni, come quelle che non hanno sviluppato una risposta immunitaria sostenuta a seguito della vaccinazione precedente, o coloro che hanno già ricevuto una dose di un altro vaccino.
Si precisa che le sperimentazioni inizieranno non appena si avrà ricevuto il via libera dell'Aifa.
Inoltre, si prevede di prendere in considerazione studi clinici per confrontare la sicurezza e le condizioni di utilizzo di vari vaccini (tra i quali anche lo Sputnik) dopo la prima dose di AstraZeneca, e lo studio dell'efficacia dello Sputnik sulle diverse varianti del coronavirus.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала