Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Dopo AstraZeneca infettivologo Bassetti difende vaccino Johnson&Johnson

© Foto : FacebookMatteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 13.04.2021
Seguici su
"Sembra davvero una guerra commerciale combattuta sulla salute dei cittadini del mondo", ha scritto in un post su Instagram il primario del San Martino di Genova.
Il noto medico del San Martino di Genova è rammaricato e non comprende da uomo di scienza la "straordinaria enfasi" dei media italiani alla notizia della sospensione del vaccino negli Stati Uniti "per 7 casi di coagulazione anomala su 7 milioni" di vaccinati.
"Il vaccino è stato sospeso in via precauzionale per 7 casi di disturbo coagulativo del sangue su oltre 7.000.000 di vaccinati. Un caso possibile ogni milione di vaccinati ovvero lo 0,000001%. Sembra davvero una guerra commerciale combattuta sulla salute dei cittadini del mondo", ha scritto nel suo post Matteo Bassetti.
L'esperto vede in questa situazione il pericolo di smarrimento "dell'obiettivo vaccinazione di massa", ricordando come nel mondo ci siano ancora troppe vittime e ricoveri per il coronavirus.
"Davvero preferiamo migliaia di morti per la malattia a probabili remotissimi effetti collaterali da vaccino?", si chiede l'infettivologo ligure.
Matteo Bassetti auspica che l'Europa abbia un approccio razionale e "scientifico" sulla questione, evitando una decisione emozionale "che potrebbe essere avventata e distruttiva per la nostra campagna vaccinale." 
Nella parte finale del post, Bassetti affronta la questione vaccini in Italia, ricordando che la loro carenza a seguito di problemi nella catena distributiva della Ue è risolvibile acquistando "vaccini in maniera indipendente rispetto all'Europa. Le dosi di vaccino ci sono e ce ne sono tante di tutte le marche da AstraZeneca a Pfizer fino a Moderna. Si possono tranquillamente acquistare al mercato extra europeo," ha scritto, auspicando che il premier Draghi prenda in considerazione la corrispondente lettera inviata dallo stesso infettivologo insieme ad "un gruppo di esperti". 
Matteo Bassetti aveva in precedenza suggerito al governo di puntare tutto sul vaccino di AstraZeneca, secondo lui un buon vaccino, in quanto è più reperibile sul mercato a seguito del calo di fiducia dovuto all'attenzione mediatica rispetto ai casi avversi di trombosi manifestatasi in alcuni soggetti vaccinati.
Bassetti era stato inoltre protagonista di un botta e risposta col giornalista Paolo Brosio, a cui aveva consigliato di far vaccinare l'anziana madre.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала