Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccini cinesi, Cina considera la miscelazione per aumentare efficacia bassa

© AP Photo / Arek RatajCoronavirus in Cina
Coronavirus in Cina - Sputnik Italia, 1920, 11.04.2021
Seguici su
Un funzionario cinese del sistema sanitario nazionale ammette per la prima volta che i vaccini di loro produzione hanno bassa efficacia e puntano alla miscelazione.
La Cina ipotizza la possibilità di miscelare i suoi vaccini contro il coronavirus come soluzione alla loro bassa efficacia. A riportarlo è il South China Morning Postal.
A dirlo durante una conferenza svoltasi a Chengdu, Gao Fu, il capo del piano vaccinale cinese.
Quindi per “risolvere il problema che l’efficacia dei vaccini esistenti non è alta”, una delle opzioni è di aggiustare il dosaggio, variare l’intervallo tra la prima e la seconda dose, oppure incrementare il numero di dosi: magari passando da due a tre somministrazioni.
L’altra opzione sul tavolo delle autorità sanitarie cinesi è quindi l’eventuale miscelazione di vaccini con differenti tecnologie di produzione.
Il quotidiano cinese conclude che al momento la Cina non raccomanda la miscelazione di differenti vaccini, anche se gli esperti generalmente considerano sicuro utilizzare tale pratica.
Degno di nota, fa notare il magazine cinese, il fatto che per la prima volta un rappresentante ufficiale delle autorità sanitarie cinesi, discute della bassa efficacia dei vaccini cinesi distribuiti alla popolazione.
In precedenza le autorità cinesi avevano approvato per l'uso di massa quattro vaccini, inclusi tre inattivati, sviluppati dal Centro di Biotecnologia di Pechino Kexing Zhongwei (del gruppo Sinovac), dall'Istituto di ricerca di preparati biologici di Wuhan (struttura di Sinopharm) e dal Gruppo di Biotecnologia nazionale cinese (appartenente a Sinopharm). Inoltre ha ottenuto l'approvazione l'unico vaccino ricombinante in Cina sulla base del vettore adenovirale umano Ad5-nCoV della società CanSino Biologics. In Cina la vaccinazione è gratuita ed avviene su base volontaria.

Riapertura dei confini

Per quanto riguarda la riapertura dei confini nazionali, Gao ha affermato che sono in corso di valutazione le misure da adottare per il transito delle persone provenienti dall’estero e verso l’estero.
Con molta probabilità verrà imposto l’uso della mascherina e verranno effettuati test.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала