Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per vicepresidente iraniano incidente all'impianto di Natanz è "atto di terrorismo nucleare"

© AP Photo / HASAN SARBAKHSHIANL'impianto di arricchimento dell'uranio di Natanz, Iran
L'impianto di arricchimento dell'uranio di Natanz, Iran - Sputnik Italia, 1920, 11.04.2021
Seguici su
I media avevano affermato in precedenza che l'episodio non è stato un "incidente" ma il risultato di un attacco informatico, forse condotto da Tel Aviv. Non sono state rivelate le fonti di questa informazione, ma Natanz in passato era già stata vittima di un attacco hacker tramite il virus Stuxnet.
Il vicepresidente iraniano Ali Akbar Salehi ha riferito che Teheran considera l'incidente di oggi che ha coinvolto la rete elettrica della centrale nucleare di Natanz come un atto di "terrorismo nucleare".
"L'Iran condanna questo atroce attacco e ricorda alla comunità internazionale e all'AIEA la necessità di combattere tali atti di terrorismo nucleare", ha affermato Salehi ai media locali.
Il vicepresidente ha aggiunto che l'Iran si riserva il diritto di rispondere adeguatamente contro chiunque Teheran ritiene colpevole dell'attacco. Allo stesso tempo Salehi ha descritto l'attacco di oggi all'impianto nucleare come "prova" del fallimento dei nemici dell'Iran che "non sono riusciti" ad impedire il successo nel campo nucleare e nei negoziati, con cui presumibilmente intendeva i colloqui tra gli Stati Uniti e Teheran sulla ripresa dell'accordo internazionale sul programma nucleare iraniano. 
Il primo ministro dell’Israele Benjamin Netanyahu  - Sputnik Italia, 1920, 08.04.2021
Netanyahu: gli amici dovrebbero sapere che Israele non sarà obbligato dall'accordo nucleare iraniano
In precedenza il parlamentare iraniano Malek Shariati Niasar aveva affermato che Teheran sospetta anche che un atto di "sabotaggio" sia responsabile dell'incidente all'impianto nucleare, che non ha provocato vittime o radiazioni, ma ha portato ad un blackout elettrico. Ha notato che il guasto della rete elettrica è avvenuto durante la Giornata nazionale della tecnologia nucleare iraniana e anche sullo sfondo dei tentativi di riportare gli Stati Uniti a rispettare l'accordo nucleare iraniano e revocare le sanzioni.
I fatti dello stabilimento di Natanz si sono svolti il giorno dopo che il presidente iraniano Hassan Rouhani ha annunciato l'inizio dell'utilizzo di nuove centrifughe avanzate IR-6 e IR-5 per l'arricchimento dell'uranio. A Teheran era stato precedentemente vietato l'uso di qualsiasi centrifuga ad eccezione di quelle di prima generazione nell'ambito del Piano d'azione globale congiunto (accordo internazionale sul programma nucleare iraniano). Tuttavia Teheran si è gradualmente ritirata dai suoi impegni da quando gli Stati Uniti sono usciti dall'accordo nel 2018. Ora Washington e Teheran stanno tentando di concordare le condizioni per tornare al rispetto dell'accordo nucleare.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала