Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid-19, Russia lavora ad un vaccino intranasale

© Sputnik . Grigoriy Sysoev / Vai alla galleria fotograficaLa linea di produzione del vaccino russo EpiVacCorona
La linea di produzione del vaccino russo EpiVacCorona - Sputnik Italia, 1920, 08.04.2021
Seguici su
Il vaccino sarà somministrato sotto forma di gocce per sviluppare l'immunità alle porte d'ingresso dell'infezione.
Il Centro di ricerca statale russo di virologia e biotecnologia Vector ha iniziato a sviluppare un nuovo vaccino contro il Covid-19 che, a differenza degli altri non verrà somministrato con un'iniezione ma per via intranasale. Lo ha dichiarato il direttore generale di Vector, Rinat Maksyutov, in un'intervista a Sputnik.
"Abbiamo iniziato a sviluppare un vaccino sotto forma di gocce, un vaccino intranasale. La composizione del principale componente attivo del vaccino rimarrà invariata [la stessa di quella del vaccino EpiVacCorona, ndr]", ha detto Maksyutov.
Il vaccino servirà a produrre l'immunità nelle mucose nasali, che possono essere considerate la "porta d'ingresso" dell'infezione, ha specificato Maksyutov.
EpiVacCorona  - Sputnik Italia, 1920, 04.02.2021
Covid, il secondo vaccino russo EpiVacCorona garantirà l'immunità per un anno

Efficacia con le varianti

Una caratteristica del vaccino è quella di poter essere facilmente modificato per adeguare la copertura in presenza di varianti Covid-19.
Secondo il direttore del centro di ricerca Vector, basterà un solo giorno per aggiornare il vaccino russo EpiVacCorona in modo da garantire la protezione contro le nuove mutazioni del coronavirus.
"Se il virus muta improvvisamente e si verifica una mutazione nelle aree in cui abbiamo selezionato i peptidi, non ci vorrà più di un giorno per aggiornare la composizione del vaccino", ha detto Maksyutov.

Il vaccino EpicVacCorona

Il vaccino EpiVacCorona è stato approvato in Russia per gli anziani di età pari o superiore a 60 anni a marzo.
La tecnologia usata è a base di peptidi su una piattaforma sintetica. I peptidi sono piccoli frammenti  di proteine ​​virali sintetizzati artificialmente, che "insegnano" al sistema immunitario a imparare a riconoscere e quindi a neutralizzare l'attacco del virus.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала