Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Parrucchieri in zona rossa, pressing delle regioni su Draghi per la riapertura

© Sputnik . Tatyana Volobueva / Vai alla galleria fotograficaDa un parrucchiere a Milano
Da un parrucchiere a Milano - Sputnik Italia, 1920, 07.04.2021
Seguici su
Il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini anticipa che chiederà al presidente Mario Draghi la possibilità di far riaprire i parrucchieri nelle zone rosse.
Parrucchieri aperti nelle zone rosse, sospensione del pagamento della tassa per il suolo pubblico e riduzione al costo della Tari.
Queste alcune proposte che il Presidente della Regione Emilia Romagna e presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini presenterà domani all'incontro con il Presidente del Consiglio Mario Draghi.
L'obiettivo di queste misure è aiutare i commercianti che stanno vivendo un momento drammatico dal punto di vista lavorativo, come abbiamo potuto vedere anche nelle proteste che si sono tenute in questi giorni.
"Domani affronteremo il Recovery Plan, che è un'occasione storica, e mi farò carico di dire al presidente Draghi di lavorare insieme per cercare di ridurre questa disperazione dilagante, oggi che la curva del contagio sembra scendere e i numeri delle vaccinazioni aumentare" ha affermato Bonaccini in un'intervento a Restart, su Rai2.

Sospensione tassa sul suolo pubblico

Secondo Bonaccini un segnale di aiuto ai ristoratori e a coloro che sono in difficoltà potrebbe essere l'estensione a tutto l'anno della sospensione del pagamento per il suolo pubblico, che al momento è bloccata fino a giugno, o la riduzione del costo della Tari nelle città.
Per quanto riguarda i parrucchieri ha dichiarato che "parrucchieri ed estetisti potrebbero riaprire anche in zona rossa seguendo rigorosamente le linee guida: questo perché temo molto l'abusivismo, cioè il lavoro a casa, che non contribuisce affatto a una maggiore sicurezza".
Infine, parlando di palestre e piscine, ha commentato "se non si possono riaprire tout court, perché non pensare ad ingressi individuali, per una riapertura graduale?", concludendo il suo intervento.
Nella giornata di oggi, a seguito delle proteste che si sono tenute in questi giorni, il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini ha affermato la possibilità di procedere con allentamenti alle restrizioni anti-Covid e effettuare riaperture già alla fine di questo mese.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала