Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Altroconsumo, 7 detersivi su 10 contengono sostanze dannose per l'ambiente

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaDetersivi per piatti
Detersivi per piatti - Sputnik Italia, 1920, 07.04.2021
Seguici su
All'interno del progetto CLEAN realizzato da Euroconsumers, Altroconsumo ha realizzato un'indagine sulla composizione dei detergenti per stoviglie, fra tradizionali ed ecologici, scoprendo che il 70% dei detersivi contengono almeno una sostanza dannosa per l'ambiente.
L'associazione Altroconsumo ha partecipato al progetto CLEAN, al fine di promuovere l'informazione dei consumatori sulle reali prestazioni e sulla vera sostenibilità dei detergenti che tutti usano in casa, tutelando i cittadini da comunicazioni ingannevoli. 
All'interno del progetto Altroconsumo ha realizzato insieme ai suoi partner un'indagine che ha riguardato 115 detergenti per stoviglie, fra tradizionali ed ecologici (56 detersivi per lavastoviglie, 59 detersivi per il lavaggio manuale) sui quali sono state effettuate prove di efficacia di lavaggio ma anche analisi della composizione e impatto ambientale dei detergenti, confrontando la presenza di dichiarazioni e certificazioni green sulle etichette che spesso traggono in inganno i consumatori.
"La cattiva informazione in merito alla poca sostenibilità di questi prodotti è ancora troppa. Il primo passo verso la riduzione dell’impatto ambientale è una maggiore consapevolezza dei consumatori, ancora troppo spesso ingannati dalle aziende, attraverso dichiarazioni fallaci e dinamiche di comunicazione fuorvianti. Risulta quindi fondamentale fornire loro nozioni chiare e comprensibili assicurandogli di potersi fidare delle affermazioni ambientali che vengono fatte dalle marche" ha affermato Alberto Pirrone, Direttore Generale di Altroconsumo.

Risultati dell'indagine: 70% i detergenti con sostanze dannose, alcune di queste fondamentali per il funzionamento del prodotto

Circa il 70% dei 115 prodotti analizzati contiene almeno un ingrediente rischioso per l’ambiente, che spesso non influenza la performance del detersivo, trattandosi di profumi, fragranze e coloranti. L’indagine ha in alcuni casi rilevato anche la presenza di elementi rischiosi all’interno di ingredienti fondamentali per la composizione del detersivo (tensioattivi, emulsionanti, regolatori di viscosità, agenti chelanti, antincrostanti, conservanti o stabilizzatori di sbiancanti o ossidanti). 
Dei detersivi per lavastoviglie esaminati, solo il 35% risulta con basso impatto ambientale, mentre quelli per lavaggio manuale più di 1 su 2 ha prestazioni ambientali buone o molto buone.

Importanza del packaging, questo spesso non riciclabile e con falsi claim sul prodotto​

Grande rilevanza è costituita anche dal packaging, che ha influenza sia sull'ambiente che sul lato informativo.
"Le confezioni dei prodotti contribuiscono alla produzione di grandi quantità di rifiuti di plastica e di cartone, inoltre, spesso riportano dichiarazioni di sostenibilità fuorvianti o non veritiere capaci di trarre in inganno i consumatori" si legge nel comunicato di Altroconsumo.
Di fatto molte confezioni dei prodotti inclusi nello studio non sono completamente riempite dal detergente e non ottimizzano lo spazio di capienza causando sprechi. Inoltre molti packaging sono creati con materiali non o difficilmente riciclabili.

Numerosi casi di informazioni che traggono in inganno i consumatori

Secondo l'indagine di Altroconsumo sono stati rilevati 159 riferimenti all’ambiente distribuiti sui 115 prodotti esaminati: 63 sui detersivi lavastoviglie e 96 su quelli per lavare i piatti a mano. In molti casi i riferimenti all’impatto ambientale sono risultati esagerati rispetto alla realtà.
Nei prodotti tradizionali sono presenti per lo più dichiarazioni ambientali inerenti alle qualità degli ingredienti e degli imballaggi, mentre nei detersivi green sono presenti claim che si riferiscono ai test sugli animali e all’impegno ambientale in generale.
"Quello che chiediamo è un maggiore impegno da parte dei produttori nei confronti dell’ambiente che permetta di compiere scelte green in maniera più semplice. Esistono già molti prodotti capaci di produrre meno danni per il Pianeta grazie alla sostituzione di alcuni elementi che non comportano maggiori costi né per le aziende né per i consumatori e brand che comunicano in maniera chiara le qualità dei propri detersivi" ha concluso Pirrone.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала