Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nuova invettiva di Sgarbi contro obbligo mascherine e misure anti-contagio

Vittorio Sgarbi - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2021
Seguici su
Il noto critico d'arte e parlamentare non usa mezzi termini per esprimere le sue idee e giudizi: "governo di str***zi che chiude tutto". Poi paragona l'uso delle mascherine all'aperto come un preservativo in un atto di masturbazione maschile.
Vittorio Sgarbi ha condiviso un videomessaggio registrato nel giorno di Pasquetta sui social per esprimere senza peli sulla lingua tutto il suo disappunto, rabbia e indignazione contro il governo Draghi per aver messo in zona rossa l'intero Paese durante le celebrazioni pasquali.
"Oggi è lunedì dell’Angelo, una festa mite dopo il trionfo della Pasqua. Ieri ero a Montepulciano, come oggi in questi paesaggi che si affiancano l’uno all’altro in questa giornata creata da Dio come quella che San Francesco descrive nel Cantico delle creature…", inizia così il suo intervento, ma presto cambia tono per iniziare la sua invettiva.
"Giornate perfette rovinate da un governo di str**zi che chiude tutto...città di morti con ristoranti chiusi e palestre chiuse. Dobbiamo rifiutare ciò che Dio ci ha dato, come l’aria aperta".
Poi Sgarbi senza giri di parole paragona l'uso della mascherina all'aperto come masturbarsi col preservativo, invitando i giovani a ribellarsi a questa situazione.
"Immaginatevi di mettervi il preservativo per farvi una se*a, ecco: portare all’aperto e alla luce di Dio la mascherina è come masturbarsi con il condom. Fatevi sentire, fate come volete! Ribellatevi, occupate il palazzo!"
In precedenza a febbraio Sgarbi se l'era presa contro Ricciardi e Speranza per i loro propositi di introdurre un nuovo lockdown.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала