Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Israele, trovato amuleto probabilmente collegato all'antico culto di una divinità egizia

© Fotolia / KrugloffScavi archeologici
Scavi archeologici - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2021
Seguici su
Mentre la parte anteriore dell'amuleto assume la forma di uno scarabeo, il retro dell'oggetto reca un'incisione di "un vaso da libagione egiziano circondato da due cobra".
Una scoperta davvero unica secondo il 'Daily Express' è quella di un amuleto rinvenuto nel deserto del Negev in Israele da parte degli archeologi dell'Autorità israeliana per le antichità (IAA). Il manufatto è infatti datato IX-VIII secolo a.C. 
L'estremità anteriore del minuscolo amuleto, grande più o meno come una moneta, assume la forma di uno scarabeo.
"Per secoli tali amuleti sono stati usati dagli antichi egizi e dai popoli vicini, ma questo in particolare ha conosciuto solo due paralleli - uno in Libano e uno in Egitto - ed è il primo del suo genere ad essere scoperto in Israele", ha detto la IAA riguardo il ritrovamento.
Come sottolinea il giornale, nell'antico Egitto lo scarabeo era percepito come una manifestazione di Ra, uno dei "principali dei creatori".
"Questo legame tra il dio creatore e lo scarabeo derivava da un'errata interpretazione da parte degli egiziani: avendo osservato lo scarabeo emergere da una palla di sterco di pecora dove la femmina aveva deposto il suo uovo, lo interpretarono come un atto di auto-creazione spontanea. Rotolando la palla di sterco di cui si nutre, gli egizi consideravano lo scarabeo incarnazione del dio Sole, che fa appunto rotolare il Sole nel cielo", ha affermato l'egittologa Daphna Ben-Tor.
La Ben-Tor ha anche spiegato che "questi amuleti vennero a simboleggiare la rinascita nel mondo dei morti e da questo deriva la loro popolarità, in particolare in qualità di amuleti funerari che accompagnavano i defunti nell'aldilà".
Il giornale aggiunge che il retro dell'amuleto reca un'incisione di "un vaso da libagione egiziano circondato da due cobra".
Omer Shalev, direttore del centro educativo dell'IAA a Gerusalemme, ha elogiato coloro che sono coinvolti nella scoperta, dicendo: "Siamo grati a questi giovani per aver dimostrato una cittadinanza esemplare e aver consegnato il raro scarabeo al Dipartimento del Tesoro Nazionale".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала