Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il virus su maniglie e pulsanti: così il Covid viaggia su autobus e metro

© Sputnik . Aleksandr Gal'perin / Vai alla galleria fotograficaLa disinfezione degli autobus a San Pietroburgo
La disinfezione degli autobus a San Pietroburgo - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2021
Seguici su
Dai controlli dei carabinieri del Nas sul materiale genetico prelevato da autobus e metropolitane della Capitale e di altre città del Lazio è emersa la presenza del virus su 32 tamponi: "Rilevato con certezza il transito ed il contatto di individui infetti a bordo del mezzo".
Il Covid su pulsanti e maniglie di autobus, treni e metropolitane a Roma e in altre città del Lazio e d’Italia. È quanto è emerso dai controlli dei carabinieri del Nas, che, come riporta l’Agi, nei giorni scorsi hanno setacciato decine di mezzi e stazioni eseguendo 756 tamponi di superficie.

Positivi al Covid 32 tamponi su 756 

In 32 casi è stata riscontrata la presenza del virus nel materiale genetico prelevato a bordo di bus e vagoni del trasporto pubblico di Roma, Viterbo, Rieti, Latina, Frosinone, Varese e Grosseto.
Un medico italiano nell'ospedale da campo di Bergamo, 2020 - Sputnik Italia, 1920, 04.04.2021
Covid, in Giappone arriva la super variante che resiste al vaccino
Nel 9,3 per cento dei mezzi controllati sono state riscontrate irregolarità riguardanti le misure anti-contagio, come la pulizia e la sanificazione periodica delle vetture, la mancanza di cartelli informativi sulle regole di prevenzione e il numero massimo di viaggiatori consentiti, la mancanza o il malfunzionamento di erogatori di disinfettante per le mani.

Le sanzioni

Il mancato rispetto delle regole ha portato alla denuncia di quattro persone, responsabili delle aziende di trasporto non in regola con i protocolli igienici e di sicurezza.
Altre 62 persone, invece, sono state sanzionate per irregolarità amministrative.
I controlli dei carabinieri sono scattati proprio per verificare la “corretta applicazione delle misure di contenimento epidemico” e tutelare di conseguenza “la salute dei numerosissimi utenti che usufruiscono dei mezzi di trasporto".

Il nodo del potenziamento dei trasporti

Il fatto che siano state rinvenute tracce del virus all’interno dei mezzi pubblici “seppur non indice di effettiva capacità di virulenza o vitalità dello stesso, rileva con certezza – sottolineano i militari del Nas- il transito ed il contatto di individui infetti a bordo del mezzo, determinando la permanenza di una traccia virale".
Al mare in Italia - Sputnik Italia, 1920, 05.04.2021
Ecco tutti gli scenari per l'estate: incubo chiusure se si diffonde la variante sudafricana
Non a caso il potenziamento dei mezzi pubblici per evitare il sovraffollamento resta uno dei nodi cruciali per abbassare la curva dei contagi. Per questo, in concomitanza con la riapertura delle scuole, nella Capitale Atac ha messo in campo 1500 corse in più al giorno per consentire a studenti e lavoratori di spostarsi in sicurezza. L’azienda dei trasporti capitolina ha messo in campo 35 collegamenti e 60 corse in più rispetto al periodo pre-Covid. Di queste 60 saranno dedicate proprio agli alunni delle scuole romane.
Non è raro, però, assistere ancora a scene di calca all'interno dei mezzi e delle stazioni romane, specialmente quelle della metropolitana.

La Lega presenta un'interrogazione alla Regione Lazio

A commentare l'esito degli accertamenti è Laura Corrotti, consigliere regionale della Lega che denuncia il "fallimento" del "contenimento epidemico sui mezzi pubblici romani" che "mette in allarme i numerosi utenti che quotidianamente sono obbligati ad usufruire del servizio", e annuncia di aver presentato un'interpellanza per chiedere "un immediato controllo anche su tutti i mezzi regionali". 
"Maniglie di apertura delle vetture, pulsanti di chiamata del fermata, barre di sostengo dei passeggeri e poggiatesta si sono rivelati, a seguito di tamponi, dei veri e proprio conduttori positivi di Covid-19", sottolinea in un comunicato.
"Una situazione inaccettabile di mancanza di igiene che mette in pericolo tutti coloro costretti a prendere quotidianamente i mezzi di trasporto pubblico", attacca.
"Lasciar circolare liberamente il virus sui mezzi di trasporto pubblico - conclude la leghista - è un affronto a tutti quei commercianti che da mesi attendono la riapertura di tutte le attività”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала