Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Draghi a Tripoli: momento storico unico per interscambio economico

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Presidenza del Consiglio dei MinistriLe dichiarazioni congiunte del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e del Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba, al termine del loro incontro
Le dichiarazioni congiunte del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e del Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba, al termine del loro incontro - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2021
Seguici su
Mario Draghi a colloquio con il primo ministro della Libia Abdulhamid Dabaiba. Voglia di rinsaldare la partnership economica, e la gestione dei migranti diventa soddisfacente.
Di Maio a Tripoli - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2021
Libia, l’Italia guadagna “terreno” e riparte con una marcia in più
Draghi ha affermato che per procedere con la collaborazione “il requisito essenziale” è il proseguimento sulla strada del cessate il fuoco.
© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Presidenza del Consiglio dei Ministri / Filippo AttiliIl Presidente del Consiglio, Mario Draghi, è ricevuto dal Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, è ricevuto dal Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba - Sputnik Italia, 1920, 18.05.2021
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, è ricevuto dal Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba
“C’è la volontà di riportare l’interscambio economico e culturale ai livelli di 5-6 anni fa”, ha aggiunto Draghi durante la conferenza stampa congiunta.
Quello che si apre davanti è “un momento unico per guardare al futuro e per muoversi con celerità e decisione. C’è la volontà di riportare quello che era l’interscambio culturale ed economico con la Libia ai livelli di otto anni fa e la conversazione di oggi mi assicura che si vuole anche superarlo”, ha spiegato Mario Draghi.

Incontro soddisfacente

Per il presidente del Consiglio Draghi si è trattato di un “incontro straordinariamente soddisfacente. Abbiamo parlato della cooperazione in campo infrastrutturale, energetico, sanitario e culturale”.
Inoltre, spiega Draghi, “l’Italia aumenterà le borse di studio per gli studenti libici e l’attività dell’Istituto di Cultura italiano”.
Obiettivo è quello di ricucire la partnership italo-libica per un futuro in cui vi sia rispetto “della piena sovranità libica”.
© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Presidenza del Consiglio dei Ministri / Filippo Attili Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, a colloquio con il Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba
 Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, a colloquio con il Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba - Sputnik Italia, 1920, 18.05.2021
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, a colloquio con il Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba

La questione migranti

Per quanto riguarda lo scottante tema dell’immigrazione clandestina, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha affermato:
“Sul piano dell’immigrazione noi esprimiamo soddisfazione per quello che la Libia fa nei salvataggi e nello stesso tempo aiutiamo e assistiamo la Libia. Ma il problema non è solo geopolitico, è anche umanitario e in questo senso l’Italia è uno dei pochi Paesi che tiene attivi i corridoi umanitari”.
Il primo ministro libico ha ribadito l'interesse nella collaborazione tra i due paesi, dicendo “l'Italia è uno dei pochi paesi che ha mantenuto rapporti, tenendo aperte le ambasciate. Tante le questioni di interesse comune. L'accordo firmato nel 2008 con la Libia è una delle questioni più importanti soprattutto per la questione libica internazionale”.
“La Libia e l'Italia si trovano a dover affrontare la sfida comune dell'immigrazione clandestina, non solo l'Italia, ma è un problema europeo, libico, internazionale, che riguarda tutti. Per il traffico di esseri umani e la criminalità organizzata dobbiamo lavorare insieme e trovare soluzioni tramite l'accordo di amicizia firmato tra i due paesi”, ha aggiunto.
Secondo il premier della Libia la questione più importante è la riattivazione dell'Accordo dell'amicizia firmato nel 2008 per la Libia, in tutti i suoi aspetti.
Ha anche sottolineato l'importanza dell’aumento della collaborazione nel settore dell'elettricità e dell'energia. “Abbiamo avuto contatti con l'Eni in questo senso”, ha rivelato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала