Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Disoccupazione in Italia, persi 945 mila posti di lavoro da inizio pandemia

© Foto : Marco Minna - © Agenzia NovaPrima picconata simbolica al tratto di tangenziale sopraelevata che verrà abbattuto
Prima picconata simbolica al tratto di tangenziale sopraelevata che verrà abbattuto - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2021
Seguici su
Pubblicati i nuovi dati Istat sull'occupazione e la disoccupazione in Italia, si riferiscono ai dati aggiornati del bimestre gennaio - febbraio 2021 e fanno il punto sull'anno della pandemia.
Da febbraio 2020 a febbraio 2021, il mondo del lavoro ha escluso 945 mila persone a causa delle ripetute flessioni congiunturali dell’occupazione, scrive l’Istat.
La diminuzione coinvolge sia gli uomini che le donne, e tutte le classi di età.
In particolare sono calati di 590 mila unità i dipendenti, e di 355 mila unità gli autonomi.
Il tasso di disoccupazione, a febbraio 2021, scende al 10,2% (-0,1%) e il tasso di disoccupazione giovanile al 31,6% (-1,2%).
Dati che portano il tasso di occupazione in calo del 2,2% in un anno.
Sull’arco dei 12 mesi, quindi, cresce il numero di persone in cerca di lavoro del +0,9% (21 mila persone), ma gli inattivi restano ancora in numero molto alto, +5,4% (717 mila persone).

I dati di gennaio – febbraio 2021

Per quanto riguarda i dati del bimestre gennaio-febbraio 2021, l’occupazione è stabile e cresce tra i dipendenti e gli under 35, mentre scende l’occupazione tra i dipendenti a termine, tra gli autonomi e chi ha almeno 35 anni. Il tasso di occupazione resta stabile al 56,5%.
A Roma il 20 giugno si è tenuta una manifestazione a sostegno della famiglia naturale, che diverse associazioni gay hanno ovviamente criticato.  - Sputnik Italia, 1920, 30.03.2021
Declino demografico, Blangiardo (ISTAT): “I figli degli altri domani ci pagheranno le pensioni”
Nel mese di febbraio, inoltre, si registra un calo nel numero di persone che cercano attivamente lavoro (-0,3% rispetto a gennaio, ovvero -9 mila unità). Il calo di chi cerca lavoro si è verificato in particolare tra gli under 50 e gli uomini, mentre tra le donne e le persone con una età superiore ai 50 anni, l’Istat ha osservato un leggero aumento.

Il commento dell’Istat

Qui riportiamo il commento dell’Istat sui dati dell’occupazione e della disoccupazione in Italia nel mese di gennaio e febbraio 2021.
A febbraio l’occupazione torna a stabilizzarsi, interrompendo il trend negativo che, tra settembre 2020 e gennaio 2021, ha portato alla perdita di oltre 410 mila occupati; dopo due mesi di forte aumento, cala leggermente il numero di disoccupati. In un anno (febbraio 2021 rispetto a febbraio 2020) la diminuzione degli occupati – pari a 945 mila unità – ha riguardato uomini, donne, lavoratori dipendenti, autonomi e tutte le classi d’età. Parallelamente sono cresciuti i disoccupati (+21 mila) e, soprattutto, gli inattivi, di oltre 700mila unità. Rispetto a febbraio 2020, il tasso di occupazione è più basso di 2,2 punti percentuali e quello di disoccupazione è più alto di 0,5 punti”.
 
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала