Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Accuse a Facebook per "mancata protezione della privacy dei bambini" su Instagram for Kids

CC0 / Pixabay / Icone dei social media
Icone dei social media - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2021
Seguici su
Mentre le principali piattaforme di social media affrontano nuove sfide per quanto riguarda la moderazione dei contenuti e la sicurezza dei dati degli utenti, Facebook ha annunciato un piano per lanciare sulla sua app Instagram una piattaforma di condivisione di foto separata appositamente per i bambini.
Negli USA, i democratici lunedì hanno espresso preoccupazione per la prossima versione per bambini di Instagram, affermando che la casa madre Facebook in precedenza non è riuscita a proteggere i minori dall'uso improprio dei dati personali, sostenendo che "l'utilizzo di Instagram potrebbe rappresentare una minaccia per il benessere dei giovani utenti", secondo una lettera del gruppo per il CEO di Facebook.
Il documento, firmato dai senatori Ed Markey e Richard Blumenthal, insieme ai membri del Congresso Kathy Castor e Lori Trahan, ha citato precedenti rapporti sull'app Messenger Kids di Facebook, creata per i bambini dai 6 ai 12 anni, contenente "un significativo difetto di progettazione che ha permesso ai bambini di aggirare le restrizioni sulle interazioni online".
"Nello specifico, Facebook ha permesso ai bambini che utilizzano Messenger Kids di accedere a chat di gruppo con persone che non erano state precedentemente approvate dai genitori dei giovani utenti. Sebbene dei bug nei software siano comuni, questo particolare episodio ha illustrato le minacce alla privacy per i bambini online e ha evidenziato l'incapacità di Facebook di proteggere i bambini che l'azienda ha attivamente invitato su questa piattaforma", hanno osservato i legislatori.
Hanno anche menzionato studi che mostrano che l'uso dei social media da parte dei bambini causa un "aumento di disagio mentale, comportamenti autolesivi e suicidio tra i giovani" oltre ad affermare che circa il 20% dei giovani utenti è vittima di bullismo su quelle piattaforme.
La lettera contiene la richiesta di ulteriori dettagli sulla nuova piattaforma, tra cui se conterrà pubblicità mirata, quali dati nello specifico il colosso tecnologico cercherà di raccogliere, e quali contenuti saranno disponibili per i giovani utenti.
Google, Apple, Facebook, Amazon e Microsoft - Sputnik Italia, 1920, 12.03.2021
La privacy e i dati ai tempi delle big tech
I democratici hanno anche chiesto se Facebook si impegnerà ad abbandonare quegli strumenti che indicano popolarità, come "mi piace" e conteggi dei follower, e altre funzionalità che potrebbero "portare a un'immagine corporea malsana". Inoltre, l'elenco includeva contenuti temporali, quali storie e "modalità vanish" che sono, secondo i legislatori, "difficili da monitorare per bullismo o sfruttamento minorile".
"Se Facebook non dovesse fornire risposte adeguate a queste domande, o non dimostrasse in altro modo che una versione futura di Instagram per bambini soddisfi i più alti standard di protezione degli utenti, gli consigliamo di abbandonare i suoi piani per lanciare questa nuova piattaforma", si legge nella lettera.
Il 19 marzo, Facebook ha rivelato che stava lavorando a una nuova versione Instagram per bambini sotto i 13 anni, l'età al di sotto della quale i bambini non sono attualmente autorizzati a creare un account sulla popolare app. Il gigante della tecnologia ha sottolineato che i giovani utenti spesso mentono sulla loro età e ha ribadito la difficoltà nell'identificare l'età reale degli utenti.
Facebook - Sputnik Italia, 1920, 03.04.2021
Facebook smentisce violazione dati personali di mezzo miliardo di utenti
Poco prima dell'annuncio, Facebook ha risposto alle critiche secondo cui gli adolescenti affrontano abusi e bullismo sul social network. Instagram ha successivamente introdotto nuove regole in base alle quali gli utenti adulti non saranno più autorizzati a inviare messaggi diretti a adolescenti di età inferiore ai 18 anni non collegati ai loro account.
A parte questo, la piattaforma di condivisione di foto dovrebbe includere avvisi per i bambini nel caso in cui un adulto che stanno messaggiando mostri segni di "comportamento potenzialmente sospetto", ad esempio seguendo un gran numero di adolescenti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала